Condividi con:

Autodromo Monza, iniziati i lavori di ammodernamento

di Redazione - 08/01/2024

Autodromo di Monza, lavori di ammodernamento al via. Sono previsti, fra gli altri: adeguamento dei tre sottopassaggi (finalizzato alla separazione del traffico veicolare dal flusso dei pedoni), creazione di uno nuovo, rifacimento dell’asfalto e ampliamento delle tribune. Sono solo alcuni degli obiettivi dei lavori di ammodernamento dell’Autodromo di Monza, che hanno preso il via oggi ufficialmente alla presenza del Presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani, del Ministro delle infrastrutture Matteo Salvini, del Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ma anche (in collegamento video) di Stefano Domenicali, CEO di Formula One Group.

Nello specifico, la pavimentazione verrà completamente rimossa e ricostruita con l’utilizzo di materiali avanzati e sostenibili, in vista soprattutto del GP di F1 in programma l’1 di settembre. Come si conviene a un impianto che volge lo sguardo al futuro, è previsto anche un restyling significativo delle tribune e delle strutture del paddock.

Un intervento da 21 milioni di euro

“La Formula 1 ci chiede che l’autodromo offra maggiore comfort e attragga un maggior numero di spettatori”, ha affermato il presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani. L’importo totale stimato dei lavori è pari a 21 milioni di euro. “Al giorno d’oggi la sfida è offrire maggiori ricadute possibili sul territorio. Interverremo sulla nuova copertura dei box con nuovo paddock club, che fa il gioco soprattutto della Formula 1, che in questo modo può ricevere gli ospiti non più sotto le tende. Inoltre, le tribune saranno più simili a quelle degli stadi da calcio: al di sotto di esse troveranno posto infatti hospitality, sky box e ristoranti. Quest’ultimo aspetto, in particolare, renderà superfluo ai presenti di spostarsi da una parte all’altra dell’impianto, perché avranno tutto a disposizione, a pochi passi”. Inoltre, tornando alla nuova pavimentazione, ci sarà un miglioramento del tracciato  dal punto di vista della geometria (pendenze trasversali e larghezza), dei cordoli e dello smaltimento delle acque meteoriche.

Stefano Domenicali: “Monza deve guardare al futuro”

Stefano Domenicali: “A Monza si respira la storia, ma si deve guardare al futuro” “Una giornata importante”: è questo l’esordio di Stefano Domenicali nel giorno giorno di inizio dei lavori di ammodernamento dell’autodromo di Monza. Il CEO della Formula 1, in collegamento video con l’autodromo, spiega: “Finalmente mandiamo avanti opere necessarie. Questa prima parte di interventi serve come biglietto da visita del nostro Paese nel mondo. I 100 anni di storia appena festeggiati rappresentano un traguardo straordinario, ma non si può e non serve guardare solo indietro. Bisogna guardare oltre”. Per Domenicali, “il semaforo verde è stato dato oggi e il GP è a settembre: non possiamo perdere nemmeno un minuto. I lavori sono tanti e dobbiamo portarli a casa in fretta, per vivere il Gp d’Italia all’altezza di quello che rappresenta”.

Le tempistiche

I lavori di ammodernamento dell’Autodromo di Monza si prevede che dureranno cinque mesi. Il Presidente dell’ACI, Sticchi Damiani, afferma però: “spero ci vengano chiesti dei premi di accelerazione in modo tale da accelerare la tempistica di un mese”. Senza abbreviazione dei tempi si arriverebbe infatti a chiudere il cantiere a metà giugno, comunque in tempo per l’ispezione della Federazione. Ma “anticipare a metà maggio la conclusione dei lavori – aggiunge Sticchi Damiani – ci consentirebbe di gommare il nuovo asfalto e di prepararci “comodamente“ per il sopralluogo della Fia, all’inizio di luglio, in vista dell’omologazione”.

Il prossimo contratto con Liberty Media

Non potevano mancare domande sul rinnovo del contratto con Liberty Media (la società che controlla la Formula 1); questa la risposta del Presidente ACI: “Siamo in attesa. Io sarei pronto a firmare domani mattina, ma prima è necessario sistemare i nostri rapporti con il Consorzio Parco e Villa Reale in base ai quali gestiamo l’Autodromo. Il contratto di concessione scade nel 2028 e io non posso certo firmare un rinnovo con Formula 1 fino al 2030”. In ogni caso, ribadisce Sticchi Damiani: “Lavoriamo per avere due Gran Premi in Italia, a Monza e Imola. Mi piace sottolineare come ACI sia l’unico organizzatore al mondo a farlo e sono altresì convinto che siamo sulla strada buona perché tutti insieme – Governo, Regioni, Comuni e altri soggetti coinvolti – possiamo garantire il prolungamento, sino al 2030, dei contratti con la Formula 1”.

Potrebbe interessarti

Il WRC dice addio all’ibrido

Tanti cavalli per gli appassionati, ma costi elevatissimi per i costruttori, così la FIA ha scelto il buon senso facendo un passo indietro

di Redazione - 01/03/2024

Hamilton in Ferrari, mossa vincente di Lewis. Vale lo stesso per il Cavallino?

Ecco perché il passaggio di Hamilton in Ferrari dal 2025 è una mossa sicuramente vincente per Lewis e, forse, anche per il Cavallino

di Adriano Tosi - 02/02/2024

Podcast

in collaborazione con Aci Radio

Il Punto di Pierluigi Bonora

Il Direttore di ACI Radio Pierluigi Bonora fa il punto sul fatto più rilevante della giornata offrendo spunti di riflessione per una corretta informazione.

l'Automobile su Istagram