Condividi con:

Il Ministro Salvini: “Il leasing sociale sull’auto è una buona idea, ma attenzione a evitare gli abusi”

di Redazione - 28/11/2023

Roma, 28 novembre 2023. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini è intervenuto alla Conferenza del Traffico e della Circolazione organizzata dall’Automobile Club d’Italia in cui è stata presentata la ricerca della Fondazione Filippo Caracciolo, il Centro Studi dell’ACI su come sarà l’automobile del prossimo futuro. L’automobile è al centro di una profonda trasformazione epocale: la mobilità sta cambiando sulla spinta di un maggior rispetto ambientale, supportata dalla tecnologia che incrementa la sicurezza e favorisce la riduzione delle emissioni. Ma deve essere un cambiamento sostenibile e deve essere accessibile a tutti.

Noleggio sociale: la proposta di ACI che piace al Ministro

“L’auto cambia: la transizione verso l’elettrico e gli aiuti alla guida sono una ormai una realtà, ma manca la formazione degli automobilisti su questi temi – ha affermato il Ministro Salvini. – È opportuno che i giovani che accedono alla patente ricevano la giusta formazione. L’automobile di domani deve arrivare anche sui banchi di scuola, perché se la tecnologia non viene recepita non serve a nulla perché non sarà utilizzata”. La proposta del Presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani di introdurre un noleggio a lungo termine “sociale”, con auto acquistate dallo Stato e poi noleggiate a prezzi calmierati agli automobilisti che non hanno la possibilità di cambiare il proprio veicolo obsoleto è piaciuta al Ministro Salvini, che ha definito l’idea “sacrosanta”, a patto di evitare gli abusi ed escludendo che possa diventare una sorta di “auto di cittadinanza”.

Un nuovo Codice della Strada

“Il Governo sta investendo molto sulla sicurezza della circolazione – ha proseguito il vice-premier Salvini. – Il nuovo Codice della Strada (quello attuale è obsoleto perché risale a oltre 30 anni fa) è ormai sulla rampa di lancio e vedrà la luce all’inizio del 2024. Il contesto normativo va semplificato e attualizzato. Permetterà di fruire di tutte le tecnologie a supporto della sicurezza, come per esempio l’alcol lock, ma porterà dei correttivi anche al sistema della patente a punti, perché sta perdendo di efficacia. Occorre modificare il sistema delle sanzioni, in particolare quello che punisce l’uso del telefonino alla guida senza collegamento bluetooth: parlare al cellulare mentre si è al volante è la prima causa di incidenti, più dell’alcol e delle sostanze stupefacenti.

Sostenibilità sì, ma senza demagogia

Previsti anche interventi sulle limitazioni del traffico, ma senza demagogia: non può esistere un partito anti-automobile, perché danneggia tutti i cittadini. Il green ideologico non funziona”. “Transizione green? Sì. Decarbonizzazione? Sì. Ma con i tempi giusti – ha concluso il Ministro dei Trasporti – facendo tesoro degli errori commessi nel recente passato, che stanno penalizzando l’industria europea. Non è una sfida tra ambiente sì e ambiente no: nessuno vuole uccidere l’ambiente. In Italia occorre recuperare qualche decennio di mancati investimenti sulle infrastrutture. Dobbiamo investire sulla sicurezza: 3.200 vittime della strada all’anno in Italia non sono un dato accettabile: per questo il Governo punta sull’incremento della sicurezza nella mobilità. È uno dei primi cantieri che abbiamo aperto”.

Potrebbe interessarti

Honda CR-V, i vantaggi della prima plug-in hybrid europea di Honda

Punti di forza della tecnologia ibrida plug-in, che la CR-V è l'unica Honda a poter vantare

di Redazione - 01/03/2024

Tecnologia della BYD Seal

BYD Seal, hi-tech al servizio di sicurezza e connettività

in collaborazione con BYD La più sofisticata tecnologia permette di evitare gli incidenti (o di mitigarne le conseguenze) ma anche di rimanere sempre connessi col mondo

di Redazione - 20/02/2024

Podcast

in collaborazione con Aci Radio

Il Punto di Pierluigi Bonora

Il Direttore di ACI Radio Pierluigi Bonora fa il punto sul fatto più rilevante della giornata offrendo spunti di riflessione per una corretta informazione.

l'Automobile su Istagram