l'Automobile - Novembre 2021

l'Automobile

TUTTA MIA LA CITTÀ


È il titolo della storia di copertina del numero di novembre de l’Automobile, la rivista dell’ACI in edicola al prezzo di 3 euro o acquistabile in digitale.

Il tema è l’auto urbana, quella che gli anglofoni chiamano city car e che un tempo in Italia chiamavamo utilitaria: Fiat 600, Fiat 600 Multipla, Fiat Nuova 500 e altro ancora. Auto che fra gli anni ’50 e i ’60 hanno rimesso in moto il Paese, tra boom economico e motorizzazione di massa.

Oggi Fiat fa parte di un grande gruppo internazionale di nome Stellantis e city car è un termine che sta stretto all’automobile, trasformata da piccola berlina tre porte a cinque e ora in baby suv o mini crossover. Sono modelli con più spazio a bordo pur rispettando quelle dimensioni urbane che possono fare la differenza quando si cerca un parcheggio in città, con una lunghezza dai 3,70 metri a un massimo di 4,30.

City car nelle sue varie forme è poi sempre più spesso elettrificata, perché questo chiedono mercato e normative europee sulle emissioni. Così le utilitarie di un tempo diventano ibride mild, full, presto plug-in ma già anche elettriche, perché non c’è nulla di più coerente di un’auto a zero emissioni per la città.

La prova del mese è dedicata a un nuovo baby suv full hybrid, la Toyota Yaris Cross che dalla berlina riprende sistema ibrido e pianale. E siccome la storia siamo noi, sul numero di novembre non potevano mancare racconti e memorie di due appuntamenti per appassionati e non: Targa Florio Classica e Auto e Moto d’Epoca di Padova.

Il resto scopritelo da soli, leggendo l’Automobile.