Condividi con:

I controlli da effettuare all’auto prima di mettersi in viaggio

di Redazione - 30/12/2023

Con l’avvicinarsi delle vacanze cresce la voglia di viaggiare: il 30 dicembre è sicuramente uno dei giorni “caldi” (no, qui non c’entra il riscaldamento globale). Prima di mettersi alla guida della propria auto e partire per un’avventura on the road è una buona abitudine controllare che il veicolo sia pronto per una simile esperienza. Già, ma quali controlli prima di mettersi in viaggio sono consigliati? Riepiloghiamo gli aspetti a cui prestare attenzione prima di partire. Il primo, visto che siamo nel pieno della stagione invernale, è quello di essere dotati di gomme invernali (qui una selezione dei migliori prodotti) o, comunque, di avere con sé le catene da neve.

Il buono stato dell’auto

Effettuare controlli prima di mettersi in viaggio è un’abitudine sana e indispensabile. I controlli immancabili prima di mettersi sono in viaggio sono: i livelli dei liquidi di lubrificazione, raffreddamento e lavavetri. Altro elemento utilissimo (soprattutto in estate, ma anche in inverno perché è un’arma fondamentale contro i vetri appannati) è l’aria condizionata: assicuratevi che il gas sia presente a sufficienza nell’impianto, pena scoprire troppo tardi che il sistema non è in grado di raffreddare l’abitacolo (anche se funzionante, sarebbe bene ricaricare l’impianto ogni 4 o 5 anni). Questo tipo di attività può essere svolto sia in autonomia sia presso un carrozziere di fiducia.

Tagliando: tutto ok?

Se si fosse in prossimità dell’intervallo di manutenzione ordinaria, sarebbe meglio anticipare a prima della partenza il momento del tagliando, con sostituzione di liquidi e filtri (e non dimenticate quello antipolline dell’abitacolo). Da controllare sempre anche lo stato di usura dell’impianto frenante: viaggerete probabilmente a pieno carico e potreste affrontare strade di montagna in discesa, meglio farlo in sicurezza.

Attenzione alle gomme. Bisogna tenere a mente che la profondità minima legale del battistrada in Europa è 1,6 millimetri, ma gli esperti raccomandano di sostituire gli pneumatici molto prima, arrivati a circa 4 millimetri.

Un buon consiglio prima di partire è controllare la pressione di tutti gli pneumatici. Ruota di scorta compresa. In genere, con auto a pieno carico è consigliabile aumentarla di 0.2-0.3 bar, ma a tal proposito basatevi su quanto afferma il libretto d’uso della vostra vettura. A prescindere dall’usura, gli pneumatici andrebbero cambiati ogni 4-5 anni: in caso di temporale estivo gomme troppo vecchie potrebbero non garantire una tenuta ottimale sul bagnato. In caso di fondi innevati, la mescola delle invernali è senza dubbio più efficace se è di fresca fabbricazione.

Ecco tutte le regole per chi guida

Per chi viaggia anche all’estero, la patente di guida B è valida in tutta l’Ue e nella maggior parte degli altri paesi europei. La stessa cosa vale per la polizza RC auto, ma qualora si dovesse guidare un veicolo di cui non si è proprietari, è consigliabile avere una delega a condurre firmata dall’intestatario dell’auto.

In Europa, la rete autostradale è a pagamento con la previsione di pedaggi attraverso barriere e caselli (come in Italia) per i seguenti paesi: Francia, Spagna, Portogallo, Irlanda, Croazia, Bosnia, Serbia, Macedonia, Grecia, Norvegia, Polonia, Moldavia e Bielorussia.

Il pagamento avviene tramite contrassegni (dette anche vignette) a tempo, da esporre sul parabrezza e acquistabili nelle stazioni di servizio in: Svizzera, Austria, Slovenia, Bulgaria, Romania, Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia e Cipro. La vignetta per i paesi transfrontalieri può essere acquistata anche nelle sedi di alcuni Automobil Club provinciali. Il transito sulle autostrade è gratuito in tutti gli altri Stati (soprattutto in Germania) e prevalentemente gratuito in Gran Bretagna.

I limiti di velocità

Il limite di velocità generico in autostrada è di 120 o 130 chilometri orari per la maggior parte dei paesi. Fanno eccezione la Germania, dove non è previsto un limite (se non in specifici tratti e il limite torna a 120 dalle 22 alle 6:00), la Polonia, dove è 140 chilometri orari, e Gran Bretagna, Albania, Moldavia e Bielorussia, dove è di 110 chilometri orari. Come sempre, tuttavia, occhio alla segnaletica, per evitare inconvenienti. Tra l’equipaggiamento di sicurezza da tenere sempre in auto ricordiamo il giubbotto catarinfrangente, triangolo, e kit di pronto soccorso (in alcuni paesi sono dotazioni obbligatorie).

Per i clienti Telepass, ricordiamo che è possibile usufruire del servizio anche in Francia, Spagna e Portogallo, a patto di avere il Dispositivo Europeo. Per ulteriori informazioni rimandiamo alla pagina dedicata sul sito dell’Automobile Club d’Italia.

Potrebbe interessarti

Ecco dove cacciare i “veri tesori”

Hai capito che vuoi un’auto d’epoca o una youngtimer, ma online ci sono fin troppe piattaforme? Noi ti consigliamo quelle dei “pro”

di Redazione - 11/05/2024

foto di una persona che ricarica carburante nella propria auto a un distributore

Dove si può parcheggiare l’auto a GPL?

Una domanda a cui spesso non si trova risposta. E anche se l'impianto è a norma a "decidere" è sempre il parcheggio

di Redazione - 06/05/2024

Podcast

in collaborazione con Aci Radio

Il Punto di Pierluigi Bonora

Il Direttore di ACI Radio Pierluigi Bonora fa il punto sul fatto più rilevante della giornata offrendo spunti di riflessione per una corretta informazione.

l'Automobile su Instagram