Condividi con:

Toyota B-Suv elettrico, in arrivo nel 2024

di Redazione - 04/12/2023

Testo di Mattia Eccheli

È ancora senza nome il concept del nuovo Urban Suv elettrico compatto (4,3 metri di lunghezza) che Toyota ha svelato in anteprima mondiale a Bruxelles, in occasione dell’ormai tradizionale Kinshiki Forum. È ancora senza nome, ma il colosso nipponico lo ha investito di grandi responsabilità, soprattutto in Europa, verosimilmente il mercato di sbocco principale, in particolare in virtù dei volumi che sta facendo registrare la Yaris Cross (“sopra le attese”). Sì, avete capito bene, l’auto che verrà sarà il Toyota B-Suv elettrico.

Spazio per tutti

Toyota ha anticipato solo altri due numeri: la larghezza, che è di 1,82 metri, e l’altezza, che è di 1,62. Per tutti gli altri “dettagli” i vertici del costruttore giapponese hanno rinviato a “comunicazioni successive”. Le proporzioni sembrano azzeccate e anche le linee appaiono come un ottimo compromesso fra le ultime accentuazioni estetiche e quelle più accomodanti dei segmenti generalisti.

Impressionano le dimensioni dei cerchi, che potrebbero non rimanere gli stessi, e anche quelle delle portiere posteriori. Anche se Toyota non precisa in quale modo, dell’Urban Suv dice che è stato sviluppato per offrire la modularità che serve sia per il trasporto dei passeggeri, sia dei bagagli. Una versatilità trasferita anche alla trazione (anteriore o integrale) e all’alimentazione con una opzione almeno doppia per quanto riguarda le batterie.

Elettrico per “tutti”

“Garantiremo la scelta tra più autonomia e maggiore accessibilità”, promette Andrea Carlucci, direttore del marketing e vice presidente della filiale europea di Toyota. Nel rispetto del motto “Mobility for all” (mobilità per tutti) e “no one left behind” (nessuno viene lasciato indietro), il costruttore si impegna in un segmento nel quale i numeri continueranno a essere significativi, ma che ha come riferimento gli automobilisti probabilmente più colpiti dalla congiuntura economica.

La versione definitiva nel 2024

Il modello verrà presentato nel corso del 2024 e la sua commercializzazione potrebbe anche cominciare entro la fine del prossimo anno. L’Urban Suv è uno dei sei nuovi modelli con i quali Toyota intende mantenere l’impegno dei 15 nuovi elettrici (commerciali leggeri inclusi: è pronto anche il ProAce Maxi, il large van frutto della collaborazione con Stellantis) entro il 2026. Allo stesso Forum, per la prima volta in Europa, ha esibito anche lo Sport Crossover Concept presentato in primavera a Shanghai, lo studio FT-3e (una sorta di crossover d’avanguardia, quasi una shooting brake, da 4,86 metri di lunghezza con 3 metri di passo) che prefigura le elettriche del domani (1.000 chilometri di autonomia) e la due posti sportiva a zero emissioni FT-Se ispirata ai successi del Toyota Gazoo Racing lunga 438 centimetri e alta appena 122 che ha fatto il proprio debutto planetario al recente salone di Tokyo.

Le novità lato Lexus

L’offensiva a zero emissioni riguarda anche Lexus (che nel Vecchio Continente potrebbe diventare completamente elettrica perfino prima del 2030), che ha portato a Bruxelles la LF-ZC che arriverà in Europa entro il 2026, e include l’idrogeno. Toyota sta concludendo la produzione di 10 pick-up Hilux Fuel Cell (oltre 600 chilometri di autonomia grazie a tre serbatoi per un totale di 7,8 litri) che verranno testati anche da potenziali clienti, e già ha lanciato in Giappone la berlina premium a marchio Crown, sempre a celle a combustibile, che rappresenta la seconda auto a idrogeno dopo la Mirai.

Potrebbe interessarti

Honda CR-V, i vantaggi della prima plug-in hybrid europea di Honda

Punti di forza della tecnologia ibrida plug-in, che la CR-V è l'unica Honda a poter vantare

di Redazione - 01/03/2024

La Jaguar C-X75 torna a nuova vita

Da antagonista di James Bond a sportiva stradale il passo è stato più lungo del previsto. Ma ci ha pensato Ian Callum, il suo designer

di Redazione - 01/03/2024

Podcast

in collaborazione con Aci Radio

Il Punto di Pierluigi Bonora

Il Direttore di ACI Radio Pierluigi Bonora fa il punto sul fatto più rilevante della giornata offrendo spunti di riflessione per una corretta informazione.

l'Automobile su Istagram