Condividi con:

Tesla Cybertruck, il pick-up “bestia”, da circa 60.000 dollari

di Redazione - 05/12/2023

Sono passati quattro anni, dalla prima volta che Elon Musk svelò al mondo il prototipo del Tesla Cybertruck, il futuristico pick-up elettrico che stupì tutti per quel suo design molto originale, dalle forme così squadrate, per la sua robustezza e per le sue prestazioni da auto sportiva. Dopo una lunga attesa, che ormai fa parte del copione di Tesla e che contribuisce ad alimentarne il fascino, tra i fan, finalmente ci siamo. Nei giorni si è tenuta alla Gigafactory di Austin in Texas la presentazione ufficiale del modello di serie di Tesla Cybertruck. Un evento organizzato più per stupire il pubblico, nel tipico stile di Elon Musk, che per approfondire caratteristiche e tecnologia del modello. Il capo del marchio americano entra in scena guidando il pick-up e inaspettatamente (anche per la regia che inizialmente non lo inquadra con le luci) sale sul cassone posteriore dove inizia la presentazione del mezzo che a parer suo incarna perfettamente il concetto di futuro dell’automotive. Parliamo di un pick-up dalle dimensioni generose, lungo 5.682 millimetri, largo 2.413 mm e alto 1.791 mm. Prima di andare nel dettaglio del prodotto, una premessa: se lo volete, dovrete pazientare almeno ancora per tutto il 2024; tutte le informazioni commerciali le potete trovare qui.

A prova di proiettile

Come nel 2019, Elon Musk fa salire sul palco il responsabile del design, Franz von Holzhausen, che lancia una palla da baseball contro i finestrini del mezzo per testarne la resistenza all’urto. Mentre precedentemente il vetro andò in frantumi provocando l’ilarità generale, questa volta la palla rimbalza e questo risultato permette di evidenziare il progresso tecnologico portato avanti nel tempo (anche in questo caso, il sospetto di un copione già scritto è molto forte, per non dire palese). Anche perché il Cybertruck non resiste “solamente” alle pallonate ma è anche antiproiettile! Ricorderete che già quattro anni fa il pick-up Tesla aveva fatto parlare di sé perché era uscito incolume dai colpi di mitragliatrice a cui si era sottoposto. Musk ha riproposto la prova e anche questa volta è stata superata brillantemente. La scarica di mitra non ha forato la spessa lamiera in superlega di acciaio inossidabile, materiale che è stato lavorato utilizzando delle presse specifiche. Tuttavia, queste caratteristiche strutturali hanno significato un aumento del peso complessivo. Sulla bilancia, l’ago arriva a segnare, nella versione più potente, ben 3.104 kg!

Le doti di carico

Il Cybertruck è per prima cosa un mezzo da lavoro. Questo vuol dire che deve trasportare carichi pesanti e avere un’ottima capacità di traino. Il cassone è lungo 183 cm, largo 122 cm e ha un volume di carico utile di 1987 litri. Può caricare fino a 1134 kg e trainare carichi sino a 4490 kg! A favorire il carico eccezionale e il transito su percorsi offroad provvedono le sospensioni a controllo elettronico che alzano la macchina fino a 43,2 cm dal suolo. A tal proposito, Musk ha mostrato un altro breve filmato in cui il pick-up Tesla, un Rivian R1T, un Ford F-150 Lightning e un Ford F-350 si sfidano trainando un mezzo pesante. Vince chi riesce a compiere una distanza maggiore. Manco a dirlo, è il Cybertruck a ottenere la vittoria.

0-100 Km/h in 2,7 secondi

Un’auto pratica ma allo stesso tempo sportiva, come Tesla ci ha abituati con le versioni più spinte della sua gamma. Basti dire che l’accelerazione 0-100 km/h è coperta in appena 2,7 secondi. Un dato strabiliante pensando al fatto che stiamo parlando di un pick-up. Un numero, comunque, molto vicino a quanto era già stato dichiarato nel 2019 (2,9 s). Prestazioni che superano quelle di una Porsche 911, come ci viene mostrato in un altro filmato proiettato sempre durante la presentazione ufficiale. In una gara di accelerazione, un Cybertruck che traina una Porsche 911 è riuscito a star davanti ad un’altra Porsche 911: quanto a show, Elon Musk non è secondo a nessuno.

Fino a 845 cv di picco

Magie di un powertrain elettrico, di cui ancora si sa poco, che nella versione più spinta, la Cyberbeast, è dotato di tre motori in grado di erogare una potenza complessiva di 845 cv, per una velocità massima di 210 km/h. Il comportamento dinamico del mezzo? Musk afferma a inizio cerimonia che la rigidità torsionale del Tesla Cybertruck è superiore a quella della McLaren P1…  Inoltre, il pick-up di Tesla, nonostante la sua stazza, è maneggevole in quanto è stato dotato delle quattro ruote sterzanti e dello sterzo a taratura variabile con il rapporto di sterzo che cambia a seconda della velocità e all’angolo impresso sul volante.

Versioni e Prezzi

La cerimonia termina con la consegna dei primi Tesla Cybertruck ai fortunati proprietari. Solo il configuratore del sito americano di Tesla aggiunge in seguito qualche dato aggiuntivo e i prezzi delle tre versioni in vendita per il solo mercato americano.
Purtroppo, parlando di prezzi, siamo lontani dagli annunci di quattro anni fa. La base a trazione posteriore (RWD: 0-100 km/h in 6,7s, 180 km/h di velocità massima e 402 km di autonomia), che verrà commercializzata non prima del 2025, costerà 60.990 dollari (all’incirca 56 mila euro).

Per ora negli Stati Uniti si possono ordinare le altre due versioni più potenti:
– La AWD con due motori per una potenza complessiva di 600 CV, 10.080 Nm di coppia, lo 0-100 Km/h in 4,1 s, 180 km/h di velocità massima e un’autonomia totale di 547 km al prezzo di 79.990 dollari.
– La Cyberbeast, la versione dei record prestazionali, capace di 845 CV, 13.959 Nm di coppia, di uno 0-100 Km/h in 2,7 s, di un’autonomia di 515 Km, alla cifra non indifferente di 99.990 dollari.

Potrebbe interessarti

Honda CR-V, i vantaggi della prima plug-in hybrid europea di Honda

Punti di forza della tecnologia ibrida plug-in, che la CR-V è l'unica Honda a poter vantare

di Redazione - 01/03/2024

La Jaguar C-X75 torna a nuova vita

Da antagonista di James Bond a sportiva stradale il passo è stato più lungo del previsto. Ma ci ha pensato Ian Callum, il suo designer

di Redazione - 01/03/2024

Podcast

in collaborazione con Aci Radio

Il Punto di Pierluigi Bonora

Il Direttore di ACI Radio Pierluigi Bonora fa il punto sul fatto più rilevante della giornata offrendo spunti di riflessione per una corretta informazione.

l'Automobile su Istagram