Condividi con:

I sistemi radar, occhi vigili per la guida autonoma e assistita

di Redazione - 13/06/2024

I sistemi radar, occhi vigili per la guida autonoma e assistita

Nel panorama in continua evoluzione dell’automotive, i sistemi radar si distinguono come elementi cruciali per la sicurezza e l’innovazione. Queste tecnologie, basate sull’emissione di onde radio, ricoprono un ruolo fondamentale nello sviluppo di sistemi di assistenza alla guida (ADAS) e nella guida autonoma. Sono impiegati per rilevare e determinare la distanza, la velocità e altre caratteristiche degli oggetti circostanti. E si differenziano quindi da quelli Lidar.

Come funzionano i sistemi radar?

Il principio di funzionamento dei radar è relativamente semplice. Un trasmettitore emette onde radio a frequenza modulata che, urtando contro oggetti e ostacoli, vengono riflesse e captate da un ricevitore. Analizzando il tempo impiegato dal segnale per il viaggio di andata e ritorno, il sistema è in grado di calcolare la distanza dall’oggetto. Inoltre, grazie all’effetto Doppler, è possibile determinare la velocità relativa tra il veicolo e l’oggetto rilevato. Il funzionamento di base di un radar si articola in tre fasi principali:

  1. Emissione del Segnale: Il radar emette un segnale radio attraverso un’antenna. Questo segnale si propaga nello spazio fino a incontrare un oggetto.
  2. Riflessione del Segnale: Quando il segnale colpisce un oggetto, parte di esso viene riflessa indietro verso l’antenna del radar.
  3. Ricezione e Analisi del Segnale: Il radar riceve il segnale riflesso e, attraverso complessi algoritmi di elaborazione, determina la distanza, la velocità e la direzione dell’oggetto rilevato.

Applicazioni nel settore automotive

Nel contesto automobilistico, i sistemi radar vengono utilizzati principalmente per migliorare la sicurezza dei veicoli e facilitare la guida assistita e autonoma. Le applicazioni più comuni includono:

  • Adaptive Cruise Control (ACC): Questo sistema utilizza il radar per mantenere una distanza di sicurezza costante dal veicolo che precede. L’ACC può adattare automaticamente la velocità del veicolo in base al traffico, migliorando sia la sicurezza che il comfort di guida.
  • Frenata Automatica d’Emergenza (AEB): I radar sono cruciali nei sistemi di frenata automatica d’emergenza, che rilevano ostacoli improvvisi e attivano i freni per evitare collisioni o ridurne l’impatto.
  • Blind Spot Detection (BSD): I radar aiutano a monitorare gli angoli ciechi del veicolo, avvisando il conducente della presenza di altri veicoli o ostacoli non visibili negli specchietti retrovisori.
  • Rear Cross Traffic Alert (RCTA): Questo sistema utilizza radar posteriori per rilevare veicoli in avvicinamento laterale quando si fa retromarcia, prevenendo potenziali incidenti in situazioni di parcheggio.
  • Lane Change Assist (LCA): Durante il cambio di corsia, i radar monitorano il traffico circostante e avvisano il conducente di eventuali pericoli, riducendo il rischio di collisioni laterali.

 

 

Potrebbe interessarti

Tesla, risolta la quadra delle batterie 4680

Tesla, risolta la quadra delle batterie 4680

Quelle il cui processo di produzione degli elettrodi a secco consentirebbe un'enorme riduzione dei costi durante la realizzazione di celle agli ioni di litio

di Redazione - 19/07/2024

Sul nuovo Codice della Strada pendono anche 65 emendamenti della maggioranza

Sul nuovo Codice della Strada c’è il blocco al Senato

Dei 449 emendamenti presentati dai vari partiti, 65 sono firmati da esponenti degli altri partiti di maggioranza

di Redazione - 19/07/2024

Podcast

in collaborazione con Aci Radio

Il Punto di Pierluigi Bonora

Il Direttore di ACI Radio Pierluigi Bonora fa il punto sul fatto più rilevante della giornata offrendo spunti di riflessione per una corretta informazione.

l'Automobile su Instagram