Condividi con:

Nuova Suzuki Swift, quella che non molla

di Redazione - 07/12/2023

Mentre tutti (o quasi) hanno deciso di mollare il segmento B delle auto normali (non ovviamente i Suv) c’è chi, come Suzuki, non molla la presa e rilancia con la nuova Swift. Vettura che sebbene prenda forma dal modello uscente, offre una serie di contenuti che possono fare la differenza rispetto al cliente che non vuole avere a che fare con gli Sport Utility Vehicle.

Sebbene i punti in comune con il passato – principalmente a livello di stile – la casa giapponese tiene a sottolineare come questa sia a tutti gli effetti una nuova generazione. Indubbiamente i lineamenti sembrano più curvilinei, ma le proporzioni sono simili. Debuttante allo scorso Japan Mobility Show, adesso arriva ufficialmente in Europa.

Un mild-hybrid per iniziare

Suzuki ha sviluppato un nuovo motore per la rinnovata Swift. Si tratta di un’unità benzina a tre cilindri da 1,2 litri di cilindrata, accoppiata a un cambio CVT. Una scelta che forse non farà impazzire il pubblico nostrano, ma che secondo Suzuki offre più coppia ai bassi regimi, migliorando la reattività e le prestazioni. Mentre il cambio manuale a cinque marce si unirà all’offerta dopo la metà di gennaio 2024.

Ovviamente si tratta di un propulsore di tipo mild-hybrid, quindi coadiuvato da un piccolo motore elettrico che funge sia da motorino di avviamento che da alternatore, che assicura un piccolo boost al compatto “milledue”. Suzuki non ha ancora rivelato i dati di potenza e performance, ma sappiamo che sarà disponibile sia con la trazione anteriore che con quella integrale.

Più touch più tech

La scenografia a bordo presenta un nuovo display touch da 9 pollici nella parte superiore della plancia. La connettività per smartphone, ossia Apple CarPlay e Android Auto, è di serie. Nuovo è anche il volante, caratterizzato da un design a fondo piatto.

Anche tutto l’apparato di sistemi di assistenza alla guida si è evoluto, rendendo la piccola Swift sempre più sicura su strada. Sono parte del corredo il Dual Sensor Brake Support II, che utilizza un radar a onde millimetriche e una telecamera monoculare per rilevare pedoni, biciclette e veicoli davanti al veicolo. Inoltre presenziano il Lane Keep Assist, il Lane Departure Warning, il monitoraggio degli angoli ciechi e il cruise control adattivo. I prezzi non sono ancora stati comunicati

Potrebbe interessarti

La Jaguar C-X75 torna a nuova vita

Da antagonista di James Bond a sportiva stradale il passo è stato più lungo del previsto. Ma ci ha pensato Ian Callum, il suo designer

di Redazione - 01/03/2024

Happy birthday Youngclassic!

Happy birthday Youngclassic: il primo compleanno lo facciamo noi, il protagonista puoi essere tu. Scopri come!

di Redazione - 01/03/2024

Podcast

in collaborazione con Aci Radio

Il Punto di Pierluigi Bonora

Il Direttore di ACI Radio Pierluigi Bonora fa il punto sul fatto più rilevante della giornata offrendo spunti di riflessione per una corretta informazione.

l'Automobile su Istagram