Condividi con:

Imparato: futuro di Alfa Romeo nelle corse? Forse nel WEC…

di Marco Triulzi - 12/06/2024

In occasione della partenza della 1000 Miglia a Brescia, abbiamo scambiato due battute con Jean-Philippe Imparato, Presidente di Alfa Romeo. Imparato ha scommesso su un’altra vittoria di Alfa Romeo in questa edizione della 1000 Miglia, dopo la vittoria al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este, e non ha escluso un possibile ritorno futuro del leggendario marchio del Biscione nelle corse.

Cosa rappresenta la 1000 Miglia per Alfa Romeo?

A questa edizione della 1000 Miglia ci sono 50 macchine Alfa Romeo in gara. Con questo rispondo già alla tua domanda. La 1000 Miglia è il nostro DNA, rappresenta la nostra storia, il legame con l’Italia, la passione e lo spirito che Alfa Romeo mette nelle corse. La risposta è chiara: per noi è incredibilmente importante. Per Alfa Romeo questo evento rappresenta un momento significativo dell’anno, come il Concorso d’Eleganza di Villa d’Este. Abbiamo vinto a Villa d’Este con la 33 Stradale, e ora vogliamo vincere la 1000 Miglia. È davvero importante per noi.

Le corse sono nel DNA di Alfa Romeo sin dalla sua fondazione. State pensando a un ritorno di Alfa nelle corse, così come ha fatto Lancia con la Ypsilon?

L’unica cosa è che non posso andare nei rally perché non fanno parte del DNA di Alfa Romeo (scherza). Siamo usciti dalla Formula Uno perché i costi erano estremamente elevati. Non possiamo permetterci di partecipare a un altro campionato di Formula Uno per lo stesso motivo.

Quello che posso fare ora è guardarmi intorno verso altri campionati. Sto studiando cosa succede nel WEC e andrò in Francia per vedere la 24 Ore e per valutare se i costi di questo campionato siano ragionevoli. Se dovessimo affrontare spese folli, non lo faremo. Tuttavia, se ci fosse uno spazio e i costi fossero  gestibili potremmo pensarci. Non voglio lasciare le corse.

Alfa Romeo ha una storia importante nelle competizioni e noi siamo appassionati. Vogliamo continuare a gareggiare con un livello di investimento ragionevole. La risposta è che non voglio mollare, ma solo a un prezzo ragionevole.

Domanda secca: preferisce cambio manuale o automatico?

Manuale da utilizzare per le auto classiche, ovviamente. Oggi, però, abbiamo dei cambi automatici fantastici, quindi ora sceglierei anche un cambio automatico. Magari una Giulia Quadrifoglio con il cambio automatico. Dato che il piacere di guida è al massimo livello,  si può apprezzare anche con un cambio automatico (l’ottimo e velocissimo ZF, ndr.).

Potrebbe interessarti

Tesla, risolta la quadra delle batterie 4680

Tesla, risolta la quadra delle batterie 4680

Quelle il cui processo di produzione degli elettrodi a secco consentirebbe un'enorme riduzione dei costi durante la realizzazione di celle agli ioni di litio

di Redazione - 19/07/2024

Sul nuovo Codice della Strada pendono anche 65 emendamenti della maggioranza

Sul nuovo Codice della Strada c’è il blocco al Senato

Dei 449 emendamenti presentati dai vari partiti, 65 sono firmati da esponenti degli altri partiti di maggioranza

di Redazione - 19/07/2024

Podcast

in collaborazione con Aci Radio

Il Punto di Pierluigi Bonora

Il Direttore di ACI Radio Pierluigi Bonora fa il punto sul fatto più rilevante della giornata offrendo spunti di riflessione per una corretta informazione.

l'Automobile su Instagram