Condividi con:

Callum Skye, il prototipo di Suv coupé che ricorda un buggy

di Redazione - 23/05/2024

Testo di Mattia Eccheli

Callum Skye, prototipo di Suv, è un fuoristrada di… stile. Ha il tetto spiovente con le fattezze di un buggy e vanta l’alimentazione elettrica e la trazione integrale. Il modello è stato esibito a Londra nell’ambito del Concorso di Eleganza di Savile Row che si conclude oggi e dove la società che non si occupa solo di design fondata da Ian Callum, la quasi 70enne ex matita che aveva chiuso la propria carriera guidando il centro stile di Jaguar Land Rover, conta di trovare clienti per andare in produzione con l’inedito modello. Una produzione su piccola scala, naturalmente.

Callum Skye: prezzi ipotizzati tra 80.000 e 110.000 sterline

Tutto sommato prezzi moderatamente accessibili, ovvero fra oltre 93.000 e meno di 129.000 euro. Le linee sono indubbiamente non troppo convenzionali, nemmeno per i parametri più elastici di oggi, in cui le case automobilistiche non temono di proporre design polarizzanti.

Il parabrezza è spinto all’estremo in avanti e affonda nel cofano e le ruote sono prive di parafanghi. In lunghezza supera di poco i 4 metri, mentre in larghezza arriva a 1,9. Circa la trazione della Skye, Callum non ha diffuso dettagli, se non che sarà integrale, ma non è escluso che i motori possono essere anche più di due.

Batteria da 42 kWh e peso contenuto, 1.150 kg per il Callum Skye

L’accelerazione annunciata dovrebbe essere inferiore ai 4” per passare da 0 a 100 all’ora. L’autonomia ipotizzata per il Suv britannico a zero emissioni è di 274 chilometri, ovvero quelli garantiti dalla batteria da 42 kWh. Un accumulatore non troppo “impegnativo”, tanto che anche il peso dovrebbe restare attorno ai 1.150 chilogrammi.

I tempi di ricarica sarebbero rapidi e in linea con le più avanzate offerte del mercato: meno di 10 minuti. La Callum Skye è potenzialmente a quattro posti, anche se chi sembra viaggiare veramente comodo sono gli occupanti dei sedili anteriori.

Configurazione a 2+2 posti, con divano posteriore rimovibile

Il divano posteriore è rimovibile per adattare il veicolo a impieghi più da… diporto. La plancia è quasi minimalista, ma dotata di un certo fascino con il suo schermo a sfioramento poco ingombrante e il suo sottile tunnel centrale nel quale sono state posizionate tre grandi manopole mediante le quali si comandano una serie di funzioni. Prima di mettersi in proprio, Callum aveva lavorato tra gli altri anche per Ford e per Aston Martin. Non resta che attendere i prossimi sviluppi, ossia quello che accadrà dopo la rassegna di Savie Row.

 

Potrebbe interessarti

Cos'è il Lane Keeping Assist e come funziona?

Cos’è il Lane Keeping Assist e come funziona?

Uno tra gli adas più importanti di cui possono disporre le vetture moderne. Serve a mantenere l'auto all'interno della propria corsia

di Redazione - 17/06/2024

Come si vince la 24 Ore di Le Mans?

Come si vince la 24 Ore di Le Mans?

Un'analisi dettagliata di Umberto Zapelloni ci racconta come è stato costruito questo secondo successo alla 24 Ore di Le Mans da parte di Ferrari con l'equipaggio Fuoco-Nielsen-Molina

di Redazione - 17/06/2024

Podcast

in collaborazione con Aci Radio

Il Punto di Pierluigi Bonora

Il Direttore di ACI Radio Pierluigi Bonora fa il punto sul fatto più rilevante della giornata offrendo spunti di riflessione per una corretta informazione.

l'Automobile su Instagram