Condividi con:

Bosch Italia cresce e la divisione Engineering compie 10 anni

di Paolo Matteo Cozzi - 12/06/2024

Tempo di bilanci in casa Bosch, con la conferenza annuale dei dati di bilancio. L’azienda leader di tecnologie e servizi nel 2023 ha conseguito in Italia un fatturato di 2,6 miliardi di euro, registrando una crescita dell’1,8% circa rispetto all’anno precedente. Ma c’è di più. L’appuntamento di presentazione dei dati è  è anche l’occasione per celebrare la divisione Bosch Engineering Italia che compie 10 anni.

Con ordine: Bosch Italia annuncia una performance stabile nonostante le incertezze del mercati. Così, fra corporate social responsibility per mettere in prima linea la solidarietà e l’inclusione, la formazione e i programmi ad hoc per i giovani, il Gruppo Bosch nel nostro Paese ha registrato nel 2023 un buon andamento complessivo. Buone anche le previsioni 2024: l’azienda attende infatti un’ulteriore, moderata, crescita complessiva; il contesto rimane sfidante e molto dipenderà dall’andamento dell’economia globale e dalla complessa situazione geopolitica.

“Grazie alla nostra diversificazione di business siamo in grado di bilanciare le debolezze di alcuni mercati” ha dichiarato Renato Lastaria, General Manager del Gruppo Bosch in Italia. “Stiamo intensificando la proposta di prodotti e servizi ad elevato contenuto tecnologico con un’ampia selezione di soluzioni connesse per cogliere, anche se in un contesto difficile, tutte le opportunità di crescita”, ha concluso Lastaria.

Andamento dei quattro settori di business

Nel 2023 il settore di business Bosch Mobility ha ottenuto una crescita in tutte le principali aree di business. I risultati più significativi sono stati conseguiti grazie ai prodotti e servizi per la mobilità del futuro, sempre più guidata dal software e dalle soluzioni tecnologiche tradizionali. Bosch Mobility, con un approccio neutrale dal punto di vista tecnologico, dai motori a idrogeno a quelli endotermici, dalle fuel cell fino ai veicoli elettrici, è stata in grado di cogliere le opportunità di crescita offerte dalla trasformazione in atto. Attraverso innovazione, qualità, efficienza e grande attenzione alla sostenibilità, l’obiettivo è quello di migliore l’esperienza di guida per dare forma alla nuova era della mobilità.

Dieci anni in Italia

Da sempre all’avanguardia con soluzioni hardware e software, Bosch Engineering Italia è la consociata del Gruppo Bosch, ovvero la divisione che sviluppa soluzioni flessibili e servizi personalizzati, nell’ottica di una mobilità sempre più autonoma, connessa ed elettrificata. Attingendo all’enorme bagaglio di tecnologie e competenze del Gruppo, Bosch Engineering promuove l’apertura verso nuovi business, cogliendo le opportunità offerte dalla trasformazione dei settori chiave: da quello della mobilità, appunto, a quello industriale. In questo senso, per esempio, la consociata di Bosch si impegna nel motorsport per garantire non solo sicurezza e performance, ma anche per assicurare massime prestazioni nel rispetto dell’ambiente.

 “La forza propulsiva di tutti i progetti di Bosch Engineering sono da sempre i nostri clienti: grazie a loro superiamo i nostri limiti e sviluppiamo soluzioni innovative, creando qualcosa di straordinario, insieme”, ha dichiarato Gianfranco Fenocchio, General Manager Bosch Engineering Italy.

Gli obiettivi di Bosch Engineering Italia

Seguendo il nuovo trend della mobilità definita dal software, Bosch Engineering si pone l’obiettivo di rispondere alle esigenze dei clienti nuovi e di quelli già esistenti attraverso tecnologie e soluzioni personalizzate. In questo nuovo contesto, la consulenza per la produzione e la sostenibilità offerta da Bosch Engineering in Italia si pone come uno dei nuovi servizi fondamentali per plasmare, in sinergia con i clienti, la mobilità di oggi e di domani. Con circa 3.300 collaboratori in tutto il mondo, Bosch Engineering sviluppa soluzioni su misura per un’ampia gamma di applicazioni per auto, veicoli commerciali, off-highway, veicoli da diporto, mezzi su rotaie, imbarcazioni e veicoli industriali. Inoltre, coordina tutte le attività motorsport del Gruppo Bosch.

La storia

Attiva in Italia dal 2014, Bosch Engineering può contare su un team dislocato tra Torino e Modena dedicato a Project management, Functional Safety e consulenza per la produzione. Inoltre, la vicinanza ai principali clienti automotive presenti lungo la penisola e nella Motor Valley – come Dallara, Lamborghini, Maserati, Pagani – consente di offrire il servizio di Resident engineering in diverse aree, tra cui sistemi di propulsione, sicurezza attiva e passiva e sistemi avanzati di assistenza alla guida. L’innovazione tecnologica che accomuna Bosch e i clienti del territorio permette di sviluppare nuove soluzioni in sinergia, facendo leva su un mutuo beneficio in termini di innovazione e fiducia. Da una parte, infatti, fornendo un servizio vicino, flessibile e orientato al cliente, Bosch Engineering si pone come porta d’accesso alle competenze del Gruppo Bosch, leader globale di tecnologie e servizi. Dall’altra, le esigenze, gli obiettivi e la visione della mobilità di ciascun cliente consentono di sviluppare soluzioni sempre più all’avanguardia, in un’ottica di miglioramento continuo.

“In questi 10 anni, powertrain, sicurezza, connettività ci hanno permesso di raggiungere tanti traguardi insieme ai nostri clienti. Oggi siamo pronti ad affrontare nuove sfide, consapevoli che sostenibilità, software, innovazione e, ovviamente, performance saranno gli elementi chiave per costruire il futuro della mobilità. Ed è in quella direzione che ci stiamo muovendo, non solo nel settore automotive, ma anche nell’off highway, nel trasporto ferroviario, nella nautica e nella sostenibilità industriale”, ha spiegato Fenocchio. “Forti della competenza del Bosch Production Systems siamo al fianco dei nostri partner dando il massimo supporto nel rendere più efficienti e sostenibili i processi produttivi di propri componenti” – ha concluso Fenocchio.

Potrebbe interessarti

Motori a combustione interna a idrogeno: il futuro dell'auto?

Motori a combustione interna a idrogeno: altro futuro per l’auto?

Certamente una strada alternativa nel campo della sostenibilità. Una tecnologia per dare nuovo lustro a cilindri e pistoni

di Redazione - 23/07/2024

l’automobileclassica veste di rosso sul nuovo numero in edicola dal 25 luglio!

l’automobileclassica si veste di rosso in copertina per celebrare una delle Ferrari più sexy di sempre, nata per correre ma che non lo fece mai: la Ferrari 288 GTO.

di Redazione - 23/07/2024

Podcast

in collaborazione con Aci Radio

Il Punto di Pierluigi Bonora

Il Direttore di ACI Radio Pierluigi Bonora fa il punto sul fatto più rilevante della giornata offrendo spunti di riflessione per una corretta informazione.

l'Automobile su Instagram