Condividi con:

Audi e Saic fortificano la propria unione

di Redazione - 21/05/2024

Audi e SAIC

Audi e Saic, alimentano la propria unione. Due realtà che fortificano la loro “relazione” per alimentare il proprio portafoglio di veicoli elettrici. Pertanto l’unione fa la forza, soprattutto se certi competitor continuano a progredire sul fronte dell’elettrico. Perché per quanto il mercato non stia premiando le auto alla spina, e certi costruttori stiano ridimensionando gli investimenti, non bisogna però perdere il passo. E in questo momento la Cina offre tecnologie e competenze che altri non possono vantare. Così dopo la partnership cinese con e Xpeng, Audi, grazie alla joint venture con SAIC, svilupperà una nuova piattaforma specifica per la Cina.

L’annuncio fa luce sui piani per un’ulteriore cooperazione tra le due aziende, già in essere proprio per la partnership di cui sopra. Ovvero quando il Gruppo Volkswagen aveva annunciato a luglio che Audi avrebbe acquistato il 4,99% di Xpeng, per circa circa 700 milioni di dollari, insieme al piano di lanciare congiuntamente due modelli di veicoli elettrici a marchio Volkswagen entro il 2026.

Recuperare il tempo perso

Le due società stanno unendo le risorse per sviluppare congiuntamente una gamma di modelli di veicoli elettrici, con il primo veicolo che dovrebbe essere messo in vendita nel 2025, ha affermato SAIC. La nuova piattaforma, nota anche come Advanced Digitalized Platform, consentirà ad Audi di “ridurre il time-to-market di oltre il 30%”, ha affermato la casa automobilistica tedesca. Sostanzialmente realizzarne una ex-novo avrebbe richiesto un investimento in termini di tempo e denaro, che avrebbero allontanato i Quattro anelli dai propri competitor. In questo modo i tempi di lancio dei modelli attraverso la nuova piattaforma saranno ridotti di oltre il 30%.

Audi e SAIC unione

Audi impiega già l’architettura MEB dedicata ai veicoli elettrici di Volkswagen per due modelli commercializzati in Cina: Q4 e-tron e Q5 e-tron. Mentre inizierà a produrre il primo veicolo elettrico basato sull’architettura Premium Platform Electric (PPE), quella di Porsche Macan per intenderci, al più presto a partire dal 2025 in Cina. L’agenzia di stampa Reuters ha altresì riferito che l’Audi Q6L e-tron sarà equipaggiata con il sistema avanzato di assistenza alla guida (ADAS) di Huawei per quanto concerne le vetture commercializzate in questo Paese. Quindi diverso rispetto a quello delle Q6 e-tron destinate all’Europa.

Potrebbe interessarti

Cos'è il Lane Keeping Assist e come funziona?

Cos’è il Lane Keeping Assist e come funziona?

Uno tra gli adas più importanti di cui possono disporre le vetture moderne. Serve a mantenere l'auto all'interno della propria corsia

di Redazione - 17/06/2024

Come si vince la 24 Ore di Le Mans?

Come si vince la 24 Ore di Le Mans?

Un'analisi dettagliata di Umberto Zapelloni ci racconta come è stato costruito questo secondo successo alla 24 Ore di Le Mans da parte di Ferrari con l'equipaggio Fuoco-Nielsen-Molina

di Redazione - 17/06/2024

Podcast

in collaborazione con Aci Radio

Il Punto di Pierluigi Bonora

Il Direttore di ACI Radio Pierluigi Bonora fa il punto sul fatto più rilevante della giornata offrendo spunti di riflessione per una corretta informazione.

l'Automobile su Instagram