Condividi con:

Ancora un restyling per l’Audi Q7

di Redazione - 30/01/2024

Non molla il colpo. La grande Audi Q7 mostra e dimostra che un po’ di olio di gomito e una lucidata, tutto può stare al passo con i tempi. Al di là della battura, il Suv dei Quattro Anelli non arresta la sua permanenza sul mercato, elaborando un nuovo restyling che aggiorna sia i contenuti che il contenitore. Nulla di travolgente, ma necessario per rimanere allineati ad una concorrenza sempre pronta a prendere posizione.

I cambiamenti a livello estetico si giocano soprattutto nelle sezioni fronte-retro, in cui il gioco di luci dettato dai gruppi ottici, alimenta le differenze. Il fronte delle motorizzazioni appare piuttosto tradizionale. Quindi se non volete rinunciare alle certezze del diesel, la Q7 sa come assecondare i vostri desideri. Immancabile la più più sportiva SQ7 da 507 cavalli, provvista di unità V8 biturbo.

Dettagli su dettagli

Partendo dal presupposto che la seconda generazione di Audi Q7 è arrivata nel 2015, seguita dal primo restyling nel 2020, come si è deciso di procedere per mantenere vivo l’interesse? Focus principale sui gruppi ottici, che sono del tipo Led a matrice, posizionati più in alto rispetto a prima. Mentre le luci posteriori oled presentano quattro diverse firme luminose che possono essere scelte dal conducente. Disponibile tra gli optional anche la tecnologia della luce laser Audi che offre una portata maggiore degli abbaglianti.

Ad alimentare le differenze con il passato sono poi cinque nuovi stili per i cerchi in lega, con diametro da 20 pollici a 22 pollici. Senza dimenticare che la griglia anteriore è stata ridisegnata e le prese d’aria del paraurti hanno “accenti” più sportivi. Fonte d’ispirazione è stato indubbiamente il recente aggiornamento che ha coinvolto Q8 recentemente.

Lo spazio non si tocca

La scenografia a bordo non muta rispetto all’attuale. Però presenzia l’ultima variante dell’infotainment della casa tedesca, quella compatibile con applicazioni come Spotify o Amazon Music. E poi l’Audi Virtual Cockpit beneficia delle funzionalità correlate ad Adas come l’avviso di cambio corsia, l’avviso di distanza, l’assistenza agli incroci e le informazioni sui semafori.

Di serie, gli interni sono rivestiti in pelle grigia a contrasto, con tre nuove finiture di finiture disponibili: oro, blu e rosso. Ma il vero punto di forza di Audi Q7, che prescinde la secondo restyling, è ovviamente la capacità di carico: il volume è pari a 780 litri quando le cinque sedute sono in posizione, e sale sino a quota 1.908 litri quando la seconda fila è abbattuta.

Tradizione mild-hybrid

La famiglia di motorizzazioni che equipaggia la Q7 è dotata di sistema ibrido leggero da 48 volt, fondamentale per aiutare ad alleggerire il carico sul gruppo motopropulsore nel traffico e alle basse velocità. In media si risparmiano 0,5 litri ogni 100 km di percorrenza.

Il top di gamma è rappresentato dal modello SQ7, che si presenta con un 4.0 V8 da 507 cv di potenza. Ci sono poi i TDI da tre litri con architettura V6. Sostanzialmente lo stesso motore è disponbile in due livelli di potenza e di coppia: la 45 TDI da 231 cv e 500 Nm, e la 50 TDI da 286 cv e 600 Nm di coppia. Non manca poi un V6 benzina da 340 cavalli che ha sempre una cubatura di tre litri.Di serie, oltre alla trazione quattro e al cambio automatico a 8 rapporti, le sospensioni pneumatiche adattive. Le versioni di Q7 più prestanti presentano pure una configurazione del telaio più sportiva e quattro ruote sterzanti. In Germania il listino parte da 79.300 euro fino ai 112.000 della SQ7, mentre in Italia è ancora in via di definizione.

Potrebbe interessarti

Tesla, risolta la quadra delle batterie 4680

Tesla, risolta la quadra delle batterie 4680

Quelle il cui processo di produzione degli elettrodi a secco consentirebbe un'enorme riduzione dei costi durante la realizzazione di celle agli ioni di litio

di Redazione - 19/07/2024

Sul nuovo Codice della Strada pendono anche 65 emendamenti della maggioranza

Sul nuovo Codice della Strada c’è il blocco al Senato

Dei 449 emendamenti presentati dai vari partiti, 65 sono firmati da esponenti degli altri partiti di maggioranza

di Redazione - 19/07/2024

Podcast

in collaborazione con Aci Radio

Il Punto di Pierluigi Bonora

Il Direttore di ACI Radio Pierluigi Bonora fa il punto sul fatto più rilevante della giornata offrendo spunti di riflessione per una corretta informazione.

l'Automobile su Instagram