Condividi con:

A290, la city car elettrica e sportiva di Alpine

di Redazione - 13/06/2024

A290, la city car elettrica e sportiva di Alpine

Testo di Mattia Eccheli

Alpine A290. Sportiva, ma con non più di 220 Cv e al massimo 170 km/h di velocità. Elettrica, ma anche con il Driving Sound per regalare le emozioni di un motore a combustione. Entro fine anno arriva sul mercato la prima delle tre auto a zero emissioni del Dream Garage di Alpine, la A290, strettissima parente della Renault 5 e declinazione di serie della concept A290_β. Le altre due saranno un crossover GT di segmento C e la rivisitata A110.

Sorella “maggiore” per dimensioni della nuova Renault 5

Vittoriosa quattro volte alla 24h di Le Mans (un successo assoluto nel 1978 e tre nella classe LMP2 tra il 2016 e il 2019), la casa di Dieppe ha scelto la vigilia della 92° edizione della prova di Endurance più famosa al mondo per esibire la city car a zero emissioni. È una cinque posti a cinque porte con un diametro di volta di appena 10,2 metri e un bagagliaio di 326 litri. Ha proporzioni simili, ma maggiorate, rispetto alla R5: più lunga di 7 centimetri (3,99 metri), più larga di 5 (1,82) e più alta di 2 (1,52).

Ha un aspetto più dinamico e si distingue per i suoi fari Full LED contrassegnati dalla “X”: una firma luminosa riconoscibile anche a distanza. Per Philippe Krief, Ceo di Alpine, questa macchina “segna l’apertura ad un pubblico più vasto e riporta in auge una categoria finita nel dimenticatoio, quella delle hot hatch, molto apprezzate per il piacere di guida che procurano”.

Tecnologie derivate dal motorsport e anche dal gaming

Per garantire questo piacere, gli ingegneri hanno puntato su sospensioni specifiche e su un sistema multilink sull’asse posteriore. Un piacere anche più esteso grazie alla Alpine Telemetrics, una funzione ripresa dal gaming che consente non solo di accedere a dati più dettagliati, ma anche di selezionare sfide di vario di genere con la vettura, non necessariamente relative alla velocità o all’accelerazione (da 0 a 100 in 6,4”). Sarà possibile competere anche sui consumi e sull’efficienza.

A290, la city car elettrica e sportiva di Alpine

Dal motorsport, Alpine ha invece mutuato il pulsante rosso Overtake piazzato sul volante multifunzione a tre razze e che vale le prestazioni massime, almeno per 10 secondi. Tra i comandi disponibili ci sono quello per la rigenerazione dell’energia su tre livelli (il quarto è la marcia normale) e quello per l’impostazione delle modalità di guida (Save, Normal, Sport, Perso). Il conducente dispone di due schermi: quello inserito nel cruscotto è da 10.25”, mentre quello per infotainment e navigazione è da 10.25” ed è intelligentemente girato verso chi sta al volante.

Autonomia fino a 380 km e prezzo ipotizzato a partire da 40.000 euro

Come i colori (blu, nero, bianco e grigio), anche gli allestimenti sono quattro: l’entry level GT e la GT Premium da 180 Cv e la GT Performance e GTS da 220. Prima del lancio sarà offerta anche una serie limitata da 1.955 esemplari, la “Première Edition”. L’accumulatore che alimenta il motore è da 52 kWh per tutti i modelli ed è abbinato al caricabatteria bidirezionale a bordo da 11 kW (sia vehicle-to-load sia vehicle-to-grid), alla ricarica in corrente continua da 100 kW e alla pompa di calore.

A290, la city car elettrica e sportiva di Alpine

L’autonomia ipotizzata (non è ancora stata omologata) è di 380 chilometri. La Alpine A290 si può rifornire in maniera rapida in mezz’ora tra il 15 e l’80% (150 km in un quarto d’ora). Circa i prezzi il costruttore non ha fornito un dato preciso, ma l’indicazione di massima è per un listino a partire da circa 40.000 euro.

Potrebbe interessarti

Tesla, risolta la quadra delle batterie 4680

Tesla, risolta la quadra delle batterie 4680

Quelle il cui processo di produzione degli elettrodi a secco consentirebbe un'enorme riduzione dei costi durante la realizzazione di celle agli ioni di litio

di Redazione - 19/07/2024

Sul nuovo Codice della Strada pendono anche 65 emendamenti della maggioranza

Sul nuovo Codice della Strada c’è il blocco al Senato

Dei 449 emendamenti presentati dai vari partiti, 65 sono firmati da esponenti degli altri partiti di maggioranza

di Redazione - 19/07/2024

Podcast

in collaborazione con Aci Radio

Il Punto di Pierluigi Bonora

Il Direttore di ACI Radio Pierluigi Bonora fa il punto sul fatto più rilevante della giornata offrendo spunti di riflessione per una corretta informazione.

l'Automobile su Instagram