Condividi con:

1000 Miglia, la terza tappa

di Marco Triulzi - 14/06/2024

Da Viareggio, il percorso della 1000 Miglia si inoltra nell’entroterra, passando per la suggestiva Lucca. Qui abbiamo avuto l’opportunità di salire sulla passeggiata panoramica che si snoda lungo le antiche mura medievali, immersi nel verde del parco. È proprio in questo incantevole scenario che si sono svolte le prime prove cronometrate di tappa.

Insieme alla Ferrari 750 Monza nel centro di Lucca

Entrando nel centro storico, veniamo superati da una Ferrari 750 Monza Spider. Decidiamo di scortarla per realizzare un servizio fotografico, un’esperienza davvero emozionante. Ammirarla mentre seguiva il percorso tra le viuzze medievali di Lucca tra due ali di persone che salutavano al passaggio è stato un vero spettacolo. Questa vetture è stata disegnata Dino Ferrari, il figlio di Enzo, scomparso prematuramente nel 1956, ed è stata costruita dalla carrozzeria Scaglietti.

Dopo aver lasciato Lucca, seguiamo il convoglio fino a Rosignano Solvay, sede dell’imponente stabilimento chimico e delle plastiche Solvay. Da qui ci dirigiamo velocemente verso Castiglione della Pescaia, dov’era prevista la sosta pranzo, pronti a riprendere la testa del gruppo.

Attaccati alla coda dell’Alfa di Vesco e Salvinelli

A Castiglione abbiamo atteso la partenza dell’auto numero 48, l’Alfa 6C 1750 SS Spider Zagato, guidata dai primi in classifica, Andrea Vesco e Fabio Salvinelli. Dopo il loro passaggio al controllo orario, ci siamo messi all’inseguimento. Avvicinandoci a Grosseto, abbiamo oltrepassato incantevoli paesaggi della campagna toscana, seguendo da vicino la splendida Alfa di Vesco e scattando numerose foto al campione in carica della 1000 Miglia.

Questa Alfa è una vera regina della 1000 Miglia. Nell’edizione del 1930, ben quattro Alfa 6C 1750 giunsero nelle prime posizioni, con Tazio Nuvolari che si aggiudicò la vittoria, guadagnata, secondo il racconto di Guidotti, sorprendendo il rivale Achille Varzi con un fenomenale sorpasso a fari spenti.

Nella Grande Bellezza

A Roma le auto arrivano al tramonto, immerse in una magica atmosfera tra le bellezze della capitale. Le prime a oltrepassare Porta Pinciana sono state le O.M., la storica marca che vinse la prima edizione del 1927 con la O.M. 665 Superba pilotata da Nando Minoja e Giuseppe Morandi. Le auto d’epoca hanno raggiunto prima Villa Borghese per poi siflare, come da tradizione, sulla pedana in Via Vittorio Veneto, dove sono state annunciate una ad una, per poi passare davanti ai luoghi più iconici di Roma, tra cui il Colosseo.

Vesco – Salvinelli allungano e una OM guadagna la terza posizione

L’Alfa 1750 SS Spider Zagato di Andrea Vesco e Fabio Salvinelli guadagna terreno sugli inseguitori e mantiene saldo il comando della gara. All’arrivo, Vesco ha dichiarato: “Oggi è stata una tappa divertente, siamo meno stanchi rispetto a ieri. Domani sarà dura, ci saranno molte prove e l’obiettivo è mantenere il vantaggio accumulato”. La coppia Fontanella-Covelli su Lancia Lambda Casaro VII Serie mantiene la seconda posizione, ma è distaccata di 1316 punti di penalità. Aliverti e Valente devono cedere la terza posizione alla straordinaria coppia Turelli su O.M. 665 S MM Superba del 1929, che si trova a 1342 punti di penalità dai primi.

Come ha dichiarato il campione in carica Andrea Vesco, domani sarà probabilmente la tappa più impegnativa, con i difficili passaggi sui colli della Futa e della Raticosa prima di scendere verso Bologna. Vedremo se la coppia di testa riuscirà ad aumentare il distacco dagli inseguitori. I risultati dettagliati della terza tappa li trovate sul sito della 1000 Miglia.

Potrebbe interessarti

Tesla, risolta la quadra delle batterie 4680

Tesla, risolta la quadra delle batterie 4680

Quelle il cui processo di produzione degli elettrodi a secco consentirebbe un'enorme riduzione dei costi durante la realizzazione di celle agli ioni di litio

di Redazione - 19/07/2024

Sul nuovo Codice della Strada pendono anche 65 emendamenti della maggioranza

Sul nuovo Codice della Strada c’è il blocco al Senato

Dei 449 emendamenti presentati dai vari partiti, 65 sono firmati da esponenti degli altri partiti di maggioranza

di Redazione - 19/07/2024

Podcast

in collaborazione con Aci Radio

Il Punto di Pierluigi Bonora

Il Direttore di ACI Radio Pierluigi Bonora fa il punto sul fatto più rilevante della giornata offrendo spunti di riflessione per una corretta informazione.

l'Automobile su Instagram