Ultimo aggiornamento  09 dicembre 2022 16:39

Bmw 3.0 CSL, omaggio al passato.

Angelo Berchicci ·

Bmw ha sfornato l'ultima sorpresa del 2022 per festeggiare il 50esimo anniversario della sua divisione M. Si tratta della 3.0 CSL, rivisitazione in chiave moderna dell'omonima coupé anni'70, la prima vettura su cui si sono posate le attenzioni del reparto sportivo di Monaco. 

Alleggerita e potenziata

La nuova Bmw 3.0 CSL condivide la base meccanica con M4 ed M3, ma rispetto a queste rappresenta un progetto ben più estremo. Esternamente la parentela con la coupé è evidente nelle proporzioni della carrozzeria e nelle dimensioni, ma la 3.0 CSL adotta un'estetica specifica, con passaruota visibilmente allargati, un doppio rene dalle dimensioni generose, proiettori e paraurti inediti e, a completare il tutto, troviamo due spoiler posteriori - uno sul baule e uno sul tetto - che aumentano la deportanza alle alte velocità, ispirandosi alle componenti montate sulla 3.0 CSL di 50 anni fa (la quale era soprannominata "Batmobile" proprio per la vistosa ala posteriore).

La vettura è stata spogliata di tutto il superfluo e dotata di svariate parti della carrozzeria realizzate in alluminio, per essere coerente con la sigla CSL, acronimo di "Coupé, Sport, Leichtbau” (coupé, sport, alleggerita). Grazie a queste attenzioni il peso si ferma a 1.270 chili (ben 355 chili in meno rispetto ai 1.625 chili della M4 CSL, che è già la versione alleggerita della M4).

Sotto il cofano troviamo poi la declinazione più potente di sempre del 3.0 sei cilindri in linea biturbo, che arriva ad erogare 560 cavalli (10 in più della M4 CSL). Questo ha permesso di raggiungere un rapporto peso/potenza di soli 2,9 kg/CV. 

Un carattere "vecchia scuola"

La coppia, tuttavia, è stata limita a 550 newtonmetri, contro i 650 della M4, dal momento che la 3.0 CSL è disponibile esclusivamente con il cambio manuale (mentre la M4 CSL è automatica), una scelta fatta dai tecnici Bmw per dare alla vettura un carattere "vecchia scuola", complice la trazione sulle sole ruote posteriori. Le prestazioni velocistiche non sono ancora state dichiarate, ma la vettura potrebbe migliorare ulteriormente il datto fatto registrare dalla M4 CSl, ovvero 3,7 secondi.

L'assetto è stato sviluppato appositamente per la 3.0 CSL dagli specialisti M, traendo a piene mani dall'esperienza della divisione nel motorsport, così come l'impianto frenante carbo-ceramico. Il controllo di trazione M Traction Control, inoltre, può essere settato su 10 livelli di intensità.

All'interno l'auto si distingue per un tripudio di Alcantara e fibra di carbonio, mentre al centro della console spicca il particolare pomello del cambio creato ad hoc. La Bmw 3.0 CSL sarà realizzata in 50 esemplari limitati, il cui prezzo non è ancora stato rivelato.

Tag

BMW  · Bmw 3.0 CSL  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La divisione italiana del marchio tedesco ha realizzato assieme alla società tessile milanese un esemplare unico di M4 Competition che celebra i 50 anni di "M"

· di Paolo Odinzov

Frank Weber, capo sviluppo e tecnologie del brand, ha confermato l'arrivo di vetture a batteria da primato con potenze fino a 1340 cavalli e un'autonomia di 1000 km