Ultimo aggiornamento  27 novembre 2022 02:03

Mercato Europa, continua il trend positivo.

Paolo Odinzov ·

In ottobre il mercato dell’auto in Europa (UE+EFTA+UK) ha registrato una crescita del 14,1% con 910.753 immatricolazioni contro 798,505 chiudendo per il terzo mese consecutivo con il segno più dopo 13 cali uno di seguito all’altro.

Un dato che conferma la ripresa delle vendite, anche se tuttavia rispetto alla situazione precedente la pandemia, cioè al 2019, nei primi 10 mesi di quest’anno l’ammanco è stato del 31,1%, dando una chiara idea che per il ritorno alla normalità ci vorrà ancora tempo. Mentre riferendoci al 2021 le 9.181.660 unità nel cumulato equivalgono -7.8%.

Una crescita in tutti i paesi

Positivo è anche il fatto che, ad eccezione di 5 paesi non particolarmente significativi per le vendite di autovetture, ovvero Danimarca, Finlandia, Ungheria, Slovenia e Irlanda, in tutti e 30 i mercati nazionali più importanti si è registrato un sostanziale incremento delle immatricolazioni.

Germania, Regno Unito, Francia, Italia e Spagna sono cresciute rispettivamente del 16,8%, 26,4%, 5,5%, 14,6% e 11,7%.

Gruppi e marchi

Riguardo ai gruppi, ad ottobre spiccano le performance di Volkswagen (+41,7%), Toyota (+38,7%), Bmw (+4,8) e Ford (+23,8%). Perdono invece immatricolazioni Stellantis (-4,3%), Hyundai (-3,6%) e Jaguar Land Rover (-12,1%).

Tra i marchi salgono in particolar modo Audi (+64,6%), Skoda (+48,2), Volkswagen (+37,1%), Seat (+34,3%), Alfa Romeo (+99,4) e Toyota (+43%). Tra quelli in negativo Fiat (-12,3%), Renault (-8,1%), Hyundai (-9,4%), Land Rover (-14,2%), Smart (-65%), Porsche (-16,2%) e Mitsubishi (-31,9%).

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

L’Associazione dei costruttori traccia un bilancio dell’anno finora: su la produzione (+5,8%) ma giù le vendite (-9,9%). In calo anche i commerciali (-17,6%)

· di Angelo Berchicci

Lo scorso mese le immatricolazioni nel Vecchio Continente sono state 77.083 in più rispetto all'anno precedente. Da gennaio la flessione è del 9,7%