Ultimo aggiornamento  27 novembre 2022 04:19

Asta record per la Ferrari F2003-GA di Schumi.

Valerio Antonini ·

Quando va all'asta una monoposto di Formula 1, le attenzioni dei collezionisti si accentrano inevitabilmente su di lei: figuriamoci quando si tratta di una delle auto di corsa più vincenti di sempre. Rossa per di più. RM Sotheby's ha messo all'incanto a Ginevra (in Svizzera) una delle Ferrari F2003-GA guidate da Michael Schumacher nella stagione 2003. E il risultato è stato clamoroso: la monoposto è stata infatti venduta per 14,8 milioni di euro.

Polverizzato il record precedente per un mezzo che ha preso parte al Circus, che apparteneva - ancora una volta - a un prodotto del Cavallino, guidato proprio dal tedesco 7 volte campione del mondo F1 nel 2001. Nel 2017 il bolide cambiò proprietario per 7,7 milioni.

La vettura appena assegnata è l'esemplare (numero di telaio 229) che ha portato il campione nativo di Hurt a vincere cinque Gran Premi quell'anno (Spagna, Austria, Canada, Italia e Stati Uniti) contribuendo in modo significativo alla conquista del suo sesto titolo iridato, nonostante un inizio di stagione decisamente tribolato. Con quella vittoria Schumi riuscì a superare Fangio che aveva conquistato il mondiale 5 volte: un record che resisteva da 46 anni.

Dedica speciale

Evoluzione della F2002, la sigla GA sta per Gianni Agnelli, morto pochi giorni prima della presentazione ufficiale dell'auto svoltasi il 7 febbraio del 2003. La monoposto è sviluppata con l'intento di migliorarne l'efficienza aerodinamica rispetto alla precedente, ribassando il più possibile il corpo della vettura. La F2003-GA è alimentata dal motore Tipo 052, un V10 da 3.0 litri e 840 cavalli. Il propulsore dell'esemplare all'asta dovrebbe essere ancora funzionante.

Base a 7 milioni 

"Parliamo di un'auto indimenticabile, una delle uniche quattro Ferrari mai costruite capaci di vincere diverse gare in Formula 1", ha dichiarato Vincent Luzuy, assistente esecutivo del direttore vendite di RM Sotheby's.

La valutazione stimata dalla casa d'aste per aggiudicarsi questo pezzo di storia sportiva del Cavallino e di Michael Schumacher partiva da almeno 7 milioni di euro ma è clamorosamente raddoppiata.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

L'ingegnere si è spento a 87 anni. Progettista di auto da Formula 1, è stato a lungo direttore tecnico della Scuderia di Maranello, con cui ha vinto 7 titoli costruttori

· di Patrizia Licata

Alleanza pluriennale tra il Cavallino e gli specialisti informatici di Bitdefender: esordio al Gp di Singapore di F1 con le monoposto di Leclerc e Sainz “siglate”