Ultimo aggiornamento  27 novembre 2022 01:59

Stellantis, su le consegne nel trimestre.

Angelo Berchicci ·

Migliora la disponibilità dei semiconduttori per il gruppo Stellantis, che nel terzo trimestre dell'anno ha visto aumentare le consegne del 13% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le vetture consegnate sono state 1.281 contro le 1.131 del 2021 per un incremento di 150 unità.

Di conseguenza aumentano anche i ricavi netti (del 29%), passando da 32,6 miliardi di euro a 42,1 miliardi, grazie soprattutto all'aumento dei volumi, ai prezzi netti favorevoli e agli effetti positivi dei tassi di cambio.

Bene anche i veicoli elettrificati: le vendite globali di auto elettriche sono aumentate del 41% rispetto all’anno precedente, per un totale di 68mila unità, mentre le vendite di veicoli a basse emissioni sono cresciute di 21mila unità rispetto all’anno precedente, per un totale di 112mila unità nel terzo trimestre 2022.

Stime confermate

Nel terzo trimestre l'Europa è il primo mercato per Stellantis, nonché quello con l'incremento maggiore nel numero di consegne, mentre l'area geografica in cui il gruppo fa la maggior parte dei ricavi rimane il Nord America, con un importante incremento di 5,539 milioni di euro. In crescita anche il Sud America, pressoché stazionarie Cina e Medio Oriente.

Nel cumulato, tuttavia, le consegne continunano a essere in perdita rispetto al 2021: da gennaio sono state 4.215 contro le 4.302 dello scorso anno (87 in meno per una flessione del 2%). I ricavi invece sono pari a 130,1 miliardi di euro contro 107,9, pari a un incremento del 21%.

Il gruppo può quindi confermare le sue stime per la fine dell'anno, con un margine operativo a doppia cifra e un flusso di cassa positivo. In particolare le proiezioni parlano indicano per il 2022 una flessione del mercato americano ed europeo (rispettivamente -8% e -12%), una crescita di India e Cina (entrambe a +5%) e una performance stabile di Medio Oriente e Sud America.

Tag

Stellantis  · Trimestre  · 

Ti potrebbe interessare