Ultimo aggiornamento  07 febbraio 2023 02:00

Aston Martin, conti in rosso.

Luca Gaietta ·

Aston Martin chiude il terzo trimestre dell’anno raddoppiando quasi la perdita operativa, salita a 58,5 milioni di sterline dai 30,2 milioni del medesimo periodo 2021. Risultato che porta a -148,4 milioni il saldo negativo nei primi 9 mesi del 2022 equivalenti a più del doppio rispetto ai 68,2 milioni dello scorso anno.

Immediati gli effetti sul titolo del costruttore che durante la mattinata di oggi 2 novembre ha perso alla borsa di Londra il 13,70%.

Ricavi in crescita

Quanto ai ricavi, Aston Martin ha registrato da luglio a settembre una crescita del 3%, passando dai 1,349 milioni del 2021 ha 1,384 milioni. Da gennaio il saldo e invece negativo (-4%) con 4,060 milioni rispetto a 4,250 milioni.

L'ottimismo del ceo

Sui risultati finanziari della azienda, che ha completato con successo l'aumento di capitale da 654 milioni, si è pronunciato il ceo Amedeo Felisa: "Le prestazioni da inizio anno ci hanno permesso di costruire le basi per la nostra crescita a lungo termine. Abbiamo rinnovato il marchio, rafforzando ulteriormente il posizionamento ultra lusso e lanciato una serie di nuovi prodotti mozzafiato con una forte desiderabilità per i consumatori, oltre ad aver migliorato le capacità operative e semplificato la gestione di alcune delle complessità legacy che ci consentiranno una riduzione dei costi. Sono fiducioso che le azioni che stiamo intraprendendo ci permetteranno di chiudere l'anno in una posizione più forte per raggiungere i nostri obiettivi per il 2023 e oltre".

Tag

Aston Martin  · Business  · 

Ti potrebbe interessare