Ultimo aggiornamento  02 febbraio 2023 11:33

Toyota, fuel cell per autobus in Italia.

Luca Gaietta ·

Industria Italiana Autobus (IIA) e la portoghese CaetanoBus hanno sottoscritto un accordo produrre e vendere in Italia di autobus urbani a idrogeno che impiegheranno la tecnologia Fuel Cell Toyota e un sistema H2.City Power Kit sviluppato dalla azienda di Vila Nova de Gaia.

Le prime unità entro la fine del 2022

L’intesa prevede che già entro la fine del 2022 siano disponibili i primi autobus destinati al mercato italiano e quello internazionale. Ed è frutto del forte impegno dei partner nello sviluppo della mobilità sostenibile e della transizione delle fonti energetiche che costituisce uno degli assi portanti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) con particolare riguardo al settore del trasporto pubblico locale.

Industria italiana, che ha sede a Bologna e unità produttive nella stessa Bologna e a Flumeri (Avellino), è il principale produttore di autobus nel nostro Paese. Fa capo a Invitalia che controlla il 42,76% del capitale, affiancata da Leonardo (28,65%).

“Oggi come ieri continuiamo a perseguire gli obiettivi della transizione ecologica” ha detto il Presidente e ad Antonio Liguori. Mentre secondo Patrícia Vasconcelos, numero uno di CaetanoBus di cui Toyota Caetano Portugal è azionista diretto, “La partnership rappresenta un passo importante per entrare in un altro mercato europeo con una crescita costante nell’adozione di modalità sostenibili”.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Linda Capecci

La Casa di Akio Toyoda e altre quattro aziende giapponesi hanno annunciato di aver avviato un programma per la ricerca e lo sviluppo di powertrain fuel cell per mezzi pesanti