Ultimo aggiornamento  27 novembre 2022 03:58

I marchi Volkswagen a scuola di Borsa.

Redazione ·

E se anche gli altri marchi del gruppo Volkswagen si quotassero in Borsa, come appena fatto - con discreto successo almeno inizialmente - da Porsche? La domanda deve essersela posta anche Oliver Blume, ceo dell’agglomerato di Wolfsburg, almeno a leggere le sue dichiarazioni in una intervista al quotidiano finanziario di Dusseldorf Handesblatt. Il ceo infatti racconta che i vari brand sono stati “istruiti a prepararsi per una quotazione in borsa come esercizio di addestramento”. Il manager non ha però poi commentato oltre ne svelato se esista al momento il progetto di ulteriori ingressi nello scambio titoli.

In pratica - racconta Blume -  con la consulenza di un team bancario, amministratori delegati e responsabili finanziari di ciascun marchio stanno lavorando per affinare la loro attenzione ai mercati dei capitali. I risultati dell'esercizio saranno presentati l'anno prossimo in occasione di una giornata dedicata proprio agli investitori in Borsa "Dovrebbe essere intesa come una sessione di formazione", ha detto Blume. "All'interno del gruppo percepisco una chiara motivazione a dare maggiore rilevanza a questa opportunità".

Futuro nei titoli

La quotazione del marchio di auto sportive Porsche da parte di Volkswagen, avvenuta solo lo scorso giovedì, ha fatto ipotizzare ulteriori quotazioni come mezzo per sbloccare il valore del gruppo automobilistico di Wolfsburg, che i dirigenti considerano fortemente sottovalutato.

Porsche da sola vale già quasi quanto la sua ex casa madre, ha dichiarato all'Handelsblatt Blume  - sottolineando il potenziale valore nascosto del gruppo. Il direttore finanziario a Wolfsburg, Arno Antlitz, dal canto suo ha detto la scorsa settimana che la prossima quotazione in programma è quella dell'unità di batterie del gruppo PowerCo, rifiutandosi di specificare se anche altri marchi come Audi potrebbero essere messi sul mercato.

Tag

Borsa  · Gruppo Volkswagen  · Oliver Blume  · Porsche  · wolfsburg  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Accordo tra il costruttore e il sindacato di categoria IG Metall: 125mila lavoratori riceveranno paghe in crescita dell’8,5% in due anni più un forfait di 3mila euro

· di Redazione

Nonostante la crisi, i tedeschi pensano a quotare la società che si occupa delle batterie, i francesi l’8 novembre cominciano a separare il business elettrico. Effetto Ipo Porsche

· di Redazione

Via all'Ipo più grande di Germania. Il marchio di lusso sportivo del gruppo Volkswagen esordisce a Francoforte a 84 euro per azione per un valore di oltre 75 miliardi di euro