Ultimo aggiornamento  03 dicembre 2022 07:11

Naias, 2023, ecco le date.

Paolo Borgognone ·

Il North American International Auto Show di Detroit tornerà nel 2023 di nuovo in settembre, come è successo quest’anno. Gli organizzatori hanno comunicato ufficialmente anche le date: dal 14 al 25 del mese. Il 2023 segnerà, quindi, la seconda volta che il Naias si svolgerà a fine estate, dopo lo spostamento dal tradizionale calendario di gennaio.

Evento di successo

L’annuncio delle date per il prossimo anno conferma che, secondo la Detroit Auto Dealers Association l’evento 2022 sia stato un successo, anche se ancora non ci sono numeri ufficiali definitivi. Le stime della Dada, comunque, parlano di presenze che in questa edizione potrebbero aver toccato il mezzo milione, comprendo sia l’esposizione vera e propria che le innumerevoli attività outodoor di contorno. Il salone ha visto anche la visita del Presidente Joe Biden e di altre personalità, dimostrazioni di mobilità aerea, esperienze di guida e diverse rivelazioni di prodotti.
 
"I saloni dell'auto - ha detto il presidente del Naias Joe Lunghamer in un comunicato - di tutto il mondo sono cambiati radicalmente dal 2020, e abbiamo ripensato ogni aspetto del nostro show per posizionarlo verso il futuro. Chi viene desidera nuove esperienze con i veicoli e i produttori vogliono una piattaforma per fornire queste esperienze".

Come un Super Bowl

David Sowerby, manager della società di investimenti Ancora di Bloomfield Hills, ha dichiarato dal canto suo che la fiera ha avuto un impatto economico stimato di 300 milioni di dollari sull'economia regionale. Nel 2019, con un pubblico di quasi 775milia unità, la ricaduta dell’Auto Show era stata di 430 milioni di dollari. Sono gli stessi numeri di un Super Bowl, la finale del campionato Usa di football. Gli organizzatori sottolineano comunque come, il paragone col 2019 sia ingeneroso, soprattutto perché all’epoca gli eventi erano spalmati su un periodo di tempo più lungo. 

Il gala Charity Preview del salone ha registrato 6.500 presenze, più di quanto previsto, raccogliendo più di 2 milioni di dollari.

I rimpianti

Soddisfazione per i risultati raggiunti è stata espressa dalle case automobilistiche che hanno scelto di partecipare. Tra queste le “padrone di casa” General Motors, Ford e Stellantis, ma anche Subaru, Toyota e Volkswagen. Il portavoce di Gm, Sabin Blake, ha dichiarato: “Il 2022 è stato fantastico: abbiamo ospitato il presidente degli Stati Uniti e la Corvette Z06 ha anche ottenuto un premio da parte degli spettatori. Non vediamo l'ora di esserci il prossimo anno". Secondo molti, la visita di Joe Biden ha contribuito a far parlare del Naias a livello nazionale e globale.

Anche il Segretario ai Trasporti degli Stati Uniti Pete Buttigieg ha partecipato al salone. Questo ha spinto il presidente di Dada, Thad Szott, a dire: "Alcuni produttori si stanno grattando la testa e cercano di capire perché non hanno partecipato quest’anno. Soprattutto visto che abbiamo ospitato qui i principali leader di Washington".

Tag

Joe Biden  · Naias 2023  · Salone Detroit 2022  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Borgognone

Il presidente Usa ha visitato l’esposizione di Detroit, mettendosi al volante di alcune vetture esposte. Annunciati 900 milioni di dollari per l’infrastruttura di ricarica