Ultimo aggiornamento  03 dicembre 2022 06:20

Livewire, la moto elettrica va in Borsa.

Redazione ·

Anche le moto elettriche entrano in borsa. Harley Davidson ha infatti scorporato la sua divisione per le due ruote a batteria LiveWire, quotandone i titoli a Wall Street. L’operazione ha dato corpo all’annuncio - risalente all’ anno passato - della fusione di LiveWire con la società di acquisizione speciale (Spac) AEA-Bridges Impact Corp, un’intesa che ha portato a una quotazione del marchio pari a 1,77 miliardi di dollari. Harley-Davidson deterrà comunque la maggioranza di LiveWire, con una quota del 74%.

All’inizio della loro prima giornata borsistica, le azioni della società sono cresciute anche del 24% per poi ripiegare durante le contrattazioni di circa il 6%.

Momento difficile

In occasione dell'incontro con gli investitori, tenutosi a maggio, i dirigenti dell'azienda avevano previsto un volume di vendite di oltre 100mila moto elettriche entro il 2026. Come altri produttori (anche di auto), LiveWire ha dovuto affrontare problemi di catena di approvvigionamento che hanno influito sulla sua capacità di mantenere gli showroom riforniti durante gli ultimi mesi.

L'amministratore delegato di Harley, Jochen Zeitz, ha dichiarato in un'intervista alla CNBC che la più grande casa motociclistica del mondo ha comunque assicurato la fornitura di moto elettriche per i "prossimi anni”.

Le proposte

LiveWire ha finora presentato un modello di due ruote elettrica con un prezzo a partire da 16.999 dollari e un altro a 22.799 dollari. Secondo gli analisti, entrambi sono un poco troppo "cari" in un periodo nel quale la fiducia dei consumatori è in calo, a causa soprattutto di una montante inflazione.  

“Le persone - ha commentato Jaime Katz, analista azionario senior di Morningstar - non compreranno queste moto nel corso del 2023 se dovranno affrontare tassi inflattivi dell'8% o del 9%. Preferiranno acquistare cose più fondamentali, come i generi alimentari".

Tag

Harley Davidson  · LiveWire  · Moto elettrica  · 

Ti potrebbe interessare

· di Antonio Vitillo

Progettata in Belgio per una società olandese, la due ruote a batteria colpisce per le forme squadrate e il look avveniristico. sarà prodotta in pochi esemplari

· di Redazione

Secondo il gruppo Volkswagen l’operazione preliminare potrebbe iniziare già entro questo mese. Quotazione attesa tra 60 e 85 miliardi di euro