Ultimo aggiornamento  03 ottobre 2022 04:52

Luce Verde

Volvo EX90, quello che sappiamo.

Angelo Berchicci ·

Si avvicina il debutto della nuova ammiraglia di Volvo, la EX90, destinata a sostituire la XC90, con una sostanziale differenza: la EX90 sarà un modello solamente elettrico. La vettura, ispirata nel look alla concept Recharge del 2021, porterà al debutto per il brand la piattaforma dedicata SPA2, che rientra nella famiglia di architetture SEA del gruppo cinese Geely.

La EX90 sarà strettamente imparentata con un altro suv elettrico atteso nei prossimi mesi, la Polestar 3 (il brand è controllato dalla stessa Volvo), ma rispetto a quest'ultimo avrà un'impostazione meno sportiva, per concentrarsi - come da tradizione della Casa - sull'aspetto della sicurezza.

Uno "scudo" di sicurezza

La Casa promette che la EX90 sarà la Volvo più sicura di sempre grazie a soluzioni mai adottate prima, come il sensore LiDAR, che può rilevare pedoni fino a 250 metri e oggetti scuri, come uno pneumatico, fino a 120 metri davanti alla vettura, sia di giorno che di notte, anche ad andature autostradali.

All'interno dell'abitacolo, inoltre, saranno presenti sensori e telecamere in grado di rilevare la concentrazione dello sguardo di chi guida più di quanto sia possibile con gli attuali sistemi. Questa tecnologia consente all'EX90 di capire quando il guidatore è distratto, stanco o disattento, di avvisarlo ripetutamente e, in caso il guidatore dovesse addormentarsi o aver un malore, l'auto è in grado di accostare si sicurezza e chiamare i soccorsi. Complessivamente lo “scudo” di protezione della EX90 potrà contare su 8 telecamere, 5 radar, 16 sensori a ultrasuoni più il LiDAR inglobato nel tetto.

Più grande e spaziosa

La vicinanza con la Polestar 3 permette di ipotizzare la presenza sulla EX90 di un sistema elettrico a 800 Volt, con possibilità di ricaricare in corrente continua fino a 350 kilowatt, e di un accumulatore con capacità di oltre 100 kilowattora, per un'autonomia superiore ai 600 chilometri. Il powertrain sarà, molto probabilmente, a trazione integrale senza collegamenti meccanici, grazie alla presenza di due motori elettrici (uno su ciascun asse).

I valori di potenza massima dovrebbero essere sensibilmente inferiori rispetto a quelli della Polestar 3 (accreditata di 612 cavalli), per cui è facile immaginare numeri attorno ai 400-450 cavalli. Le dimensioni, infine, dovrebbero ulteriormente aumentare rispetto all'attuale XC90 (il modello punta molto sul mercato americano): per la EX90 si prevede una lunghezza attorno ai 5 metri e un notevole passo, per offrire spazio in abbondanza agli occupanti. La nuova vettura di punta di Volvo, quindi, andrà a competere con Tesla Model X, Mercedes EQS SUV e Bmw iX.

Tag

Volvo  · volvo ex90  · 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

Il terzo stabilimento europeo del costruttore sorgerà a Kosice. Produrrà solo vetture elettriche ed entreà in funzione nel 2026. Investimenti per 1,2 miliardi di euro