Ultimo aggiornamento  03 ottobre 2022 03:30

Luce Verde

Skoda, il piano d'azione per la sostenibilità.

Redazione ·

Oltre ad accelerare la diffusione della mobilità elettrica, Skoda - il costruttore ceco di proprietà del gruppo Volkswagen - rivolge l’attenzione alla produzione e alla gestione sostenibile dei veicoli elettrici, comprese le catene di fornitura, impegnandosi a utilizzare, tra gli altri, materiali riciclabili nelle sue auto e a riciclare gli accumulatori ad alta tensione dei veicoli green.

Questo è l'obiettivo di Next Level - Skoda Strategy 2030, dove la sostenibilità è un punto chiave, a partire dall'espansione della mobilità elettrica: il costruttore lancerà tre nuovi modelli completamente elettrici entro il 2026 e altri ne seguiranno, puntando ad aumentare la quota di veicoli completamente a batteria nelle vendite europee a oltre il 70% entro il 2030 inoltre, grazie alla continua espansione della mobilità a zero emissioni. L'obiettivo infatti è ridurre le emissioni di CO2 della propria flotta di oltre il 50% entro lo stesso anno, rispetto al 2020.

Il programma

Gli impianti di produzione in India, invece, saranno completamente a zero emissioni di CO2 già entro il 2025. Lo stabilimento di componentistica di Vrchlabí ha raggiunto questo obiettivo alla fine del 2020. Oltre all’utilizzo di energie rinnovabili, le misure globali comprendono anche il riciclaggio dei rifiuti, l’utilizzo di materiali e processi efficienti dal punto di vista delle risorse e una logistica prevalentemente verde.

La scelta di materiali naturali, riciclati e riciclabili, come ad esempio quelli utilizzati per realizzare la nuova concept car Vision 7S, è la priorità e, oltre ai metalli e al vetro, le plastiche riciclate vengono già utilizzate nei nuovi veicoli. Skoda Enyaq iV, ad esempio, è dotata di sedili con rivestimenti realizzati in lana vergine e bottiglie di Pet riciclate. I prossimi step prevedono materiali compositi realizzati con plastica e fibre di barbabietola da zucchero o della pianta di canna, Miscanthus. A questi, la Casa boema sta studiando anche l’impiego di materiali aggiuntivi, quali buccia di riso, canapa, sughero e fibre di cocco.

Per quanto riguarda gli accumulatori, Skoda sta impiegando le batterie ad alta tensione usate dei veicoli elettrici in sistemi di accumulo di energia statici prima di riciclarle. Questo secondo ciclo di vita riduce efficacemente l’impronta di CO2. Inoltre, l'azienda sostiene l’espansione delle fonti di energia rinnovabili in Europa con il nuovo parco eolico in Finlandia, che ne è un esempio, con un volume di energia calcolato di 570 gigawattora ogni anno: l’impianto produrrà in futuro energia green sufficiente a rifornire di elettricità circa 150mila famiglie o ad alimentare i veicoli elettrici a zero emissioni locali.

Tag

Skoda  · Skoda Enyaq iV  · Sostenibilità  · 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

La Casa ceca ha svelato la seconda generazione del suv di segmento C. Punta come sempre su praticità e rapporto qualità-prezzo, ma con più tecnologia e sicurezza