Ultimo aggiornamento  03 ottobre 2022 02:47

Luce Verde

Shell e Allego: rincari in tutta Europa.

Linda Capecci ·

Sulla scia dei rincari dei Tesla Supercharger alzano i prezzi anche due grandi operatori come Shell e Allego.

Listini Allego

Per quanto riguarda Allego si tratta addirittura del secondo ritocco ai listini nel giro di poco più di un mese, dopo quello entrato in vigore il 1° settembre. Il nuovo rincaro scatterà dal 7 ottobre. In Germania, il prezzo nelle colonnine AC (a corrente alternata) salirà da 0,47 a 0,60 euro al chilowattora. Per le DC (ricariche a corrente diretta) fino a 50 chilowatt, si passerà da 0,70 a 0,75. Oltre i 50 chilowatt, si salirà da 75 a 80 centesimi.

In Francia i prezzi saranno ancora più alti: sempre dal 7 ottobre la ricarica ultrarapida verrà a costare 0,98, mentre la DC fino a a 50 chilowatt salirà a 0,88 centesimi. Al momento Allego non ha una presenza significativa in Italia, ma l'operatore olandese sta lavorando per espandersi anche nel nostro Paese.

Anche Shell sale

Anche Shell rincara i costi: per ora sono noti solo i rincari nel principale mercato europeo, la Germania. Dal 28 settembre le ricariche salgono a 0,64 euro nelle stazioni fast, con un aumento di 5 centesimi. Se però si utilizza la card di Shell Recharge per ricaricare presso gestori convenzionati il prezzo sale a 0,74 centesimi. Nelle colonnine in AC, il prezzo passa invece da 0,46 a 0,49 euro.

Insieme agli aumenti viene introdotta anche una penalità per chi tiene occupate troppo a lungo le colonnine sia AC che DC: "Per stare al passo con gli sviluppi del mercato tedesco, stiamo introducendo una tariffa di blocco per la rete in roaming", ha dichiarato la società. Si tratta di una tariffa al minuto: trascorse 4 ore, vengono addebitati 0,10 euro al minuto, fino a un massimo di 12 euro per ricarica.

Tag

Allego  · Colonnine di ricarica  · Ricarica elettrica  · Rincari  · Shell  · 

Ti potrebbe interessare