Ultimo aggiornamento  03 ottobre 2022 03:23

Luce Verde

Renault R5 Turbo 3E, special da drift.

Paolo Odinzov ·

Una vettura nata per una guida “sporca” tra derapate e traversi: questa in poche parole la Renault R5 Turbo 3E. Si tratta infatti di una concept con cui la Casa francese, nell’anno in cui si festeggia mezzo secolo dalla nascita della "5", rende un omaggio alla versione "Turbo" da rally di quest’ultima. Per intenderci quella con il motore centrale, prodotta tra il 1980 e il 1985.

Star a Parigi

Svelata in queste ore online, sul sito ufficiale della Casa, la R5 Turbo 3E verrà presentata davanti al pubblico il prossimo weekend in Francia, al Chantilly Arts & Elegance 2022, per poi essere esposta al Salone di Parigi (17-23 ottobre).

Un'elettrica da 280 chiloWatt.

Per realizzare la R5 Turbo 3E i tecnici del Boulogne Billancourt hanno impiegato come base di partenza la Renault 5 Turbo 2 (1983-1985) omologata per il Gruppo B. A differenza di quest’ultima a spingerla non è però un motore sovralimentato termico, nello specifico un 4 cilindri di 1.4 litri da 300 cavalli. Bensì un powertrain con 2 unità elettriche a zero emissioni collegate alle ruote posteriori, alimentato da una batteria al litio della capacità di 42 chiloWattora, che eroga 280 chiloWatt (380 cavalli) e può far toccare alla vettura i 200 chilometri orari, facendola schizzare da 0 a 100 in appena 3,5 secondi.

Anima da sterrato

Dietro al suo grintoso e colorato vestito, deciso nelle forme da un team di designer guidato da Sandeep Bhambra (direttore del design avanzato di Renault), la R5 Turbo 3E incorpora come l’antenata dotazioni da pista: tra cui un telaio tubolare sviluppato appositamente per questa vettura.

Mentre l’elettronica di controllo della meccanica prevede una specifica modalità "Drift" che, assieme allo sterzo modificato con oltre 50 gradi di angolo massimo delle ruote, permette al guidatore un totale controllo della francese durante le “sbandate”, facendo affidamento anche sulla spiccata aerodinamica della carrozzeria per evitare che l’auto possa sollevarsi da terra e cappottarsi.

Display ispirati al mondo del gaming

Nell'abitacolo la R5 Turbo 3E è dotata di tutti i sistemi di sicurezza previsti dalla Fia, ad esempio il roll-bar. Impiega dei sedili sportivi in fibra di carbonio e le cinture di sicurezza e il volante sono stati prodotti in collaborazione con Sabelt. Spicca all’interno il comando del freno a mano idraulico per il drifting, mentre sulla plancia di guida i 10 quadranti analogici che stavano sulla R5 Turbo davanti al conducente sono stati sostituiti da 10 display digitali ispirati al mondo del retro-gaming.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Linda Capecci

Per celebrare i 50 anni della sua classica vettura, che tornerà elettrica, la Casa francese le rende omaggio con una showcar ispirata al mondo dei videogiochi