Ultimo aggiornamento  06 dicembre 2022 16:03

Honda, la neutralità carbonica a due ruote.

Antonio Vitillo ·

Honda intende raggiungere la “neutralità carbonica” dei suoi prodotti della divisione moto e di tutte le attività aziendali entro il 2050. Gli ambiziosi obiettivi di tutela dell’ambiente sono stati oggetto di una conferenza stampa tenutasi a Tokyo, i cui relatori sono stati Kohei Takeuchi (Director, Executive Vice President and Representative Executive Officer) e Yoshishige Nomura (Managing Officer).

La programmazione prevede, ovviamente alcune tappe intermedie. Entro il 2025 saranno lanciati su scala mondiale almeno 10 modelli elettrificati. Il costruttore punta ad avere, nel 2030, non meno di 3,5 milioni di unità a basse emissioni prodotte, cioè il 15% del totale. Obiettivo successivo il 2040, quando la gamma di moto e scooter sarà totalmente elettrificata. I 10 anni successivi saranno di adeguamento delle strutture aziendali e dei processi produttivi.

Nel frattempo, il resto della produzione a combustione interna beneficerà dei piani in essere di riduzione delle emissioni di CO2. Studi e sviluppi che continueranno anche in funzione del fatto che le moto elettriche stiano tuttora affrontando sfide relative al peso e ai prezzi di commercializzazione, ancora poco competitivi, e la cui domanda dipende sensibilmente dagli incentivi e dalle normative locali, oltre che dalla diffusione delle infrastrutture di ricarica nei territori.

Combustibili "neutrali"

Fra le attuali iniziative di riduzione delle emissioni dei motori a combustione interna, vi sono lo sviluppo di modelli Honda alimentati a combustibili “neutrali”, come le miscele di benzina ed etanolo; in Brasile ne è stato introdotto uno “Flex-Fuel” tipo E100 - la combustione avviene grazie a una miscela di proporzioni diverse, variabile dal 100% di benzina al 100% di etanolo.

In India, che rappresenta uno dei principali mercati, entro il 2023 c’è in programma di lanciare alcuni modelli Flex-Fuel E20, numero che indica la percentuale di etanolo utilizzato dai motori, per passare ai motori alimentati E100 entro il 2025.

Elettrificazione anche per l'Europa

Sui mercati orientali, Honda è comunque impegnata nella diffusione delle “Business Bike”, commuter elettrificati destinati ai servizi postali giapponesi, vietnamiti e tailandesi, veicoli equipaggiati di batterie intercambiabili Honda Mobile Power Pack (MPP), capaci di risolvere i problemi di autonomia e tempi di ricarica.

Per l'uso privato, invece, fra il 2024 e il 2025 saranno lanciati due “EV commuter” destinati ai mercati asiatici e europei. In quello stesso biennio nasceranno tre grandi motociclette elettrificate dedicate a Giappone, Europa e Stati Uniti.

Tag

Carbon free  · CO2  · Europa  · Honda  · Mobile Power Pack  · 

Ti potrebbe interessare

· di Antonio Vitillo

La moto giapponese - che ha quasi 50 anni - si aggiorna ancora nel 2023 nell'estetica e nella parte tecnica. Nuovo cambio, più tecnologia, innovativa paletta di colori

· di Antonio Vitillo

La moto giapponese da turismo deriva da una “travel enduro” Africa Twin ed è pensata per muoversi con disinvoltura sui fondi sconnessi. Prezzi da 14.490 euro