Ultimo aggiornamento  26 novembre 2022 20:24

Regno Unito, il primo ministro avrà un’Audi.

Colin Frisell ·

LONDRA - Alla faccia della Brexit: il prossimo primo ministro inglese - che sia il flemmatico Rishi Sunak o la battagliera Liz Truss, la risposta definitiva l'avremo il prossimo 5 settembre - viaggerà a bordo di una auto tedesca. La Jaguar XJS, tradizionalmente in dotazione al capo del governo, infatti, va in pensione e a sostituirla sarà una versione blindata della Audi A8. A sostenerlo il tabloid - solitamente non molto credibile - Sun che ha realizzato uno speciale sull’argomento. Pronta è arrivata la smentita, a sua volta non proprio convincente, degli uffici preposti a Downing Street che hanno rimandato la scelta alla Polizia che si occupa della sicurezza dell'esponente politico. 

Secondo la testata, la scelta - giustificata ufficialmente dal rallentamento della produzione da parte del costruttore delle Midlands di proprietà del gruppo indiano Tata Motors - ha creato parecchio sconcerto (un membro del governo nascosto dietro l’anonimato ha accusato oscuri e non meglio identificati “funzionari anti-Brexit” di aver tramato questo colpo) e molta ironia tra gli utenti britannici di Twitter. Per un Paese alle prese con una grave difficoltà economica (Goldman-Sachs prevede l'inflazione al 22% per Natale) e alle soglie di un inverno che si preannuncia difficile, quantomeno una boccata di buon umore.

Tra lacrime e sorrisi

Le reazioni alle rivelazioni del Sun - che parla di generale sentimento negativo della opinione pubblica per la scelta - vanno infatti dallo stizzito al divertito. L’anchorman della Gb News Alastair Stewart ha parlato di “globalizzazione a quattro ruote” e suggerito che il nuovo primo ministro dovrebbe viaggiare su una Morgan, un’auto fatta al 100% al di qua della Manica. 

Il presentatore tv Darren Grimes si chiede “quale sia il messaggio che l’esecutivo manda all’industria automobilistica del nostro Paese”. L’opinionista di Bloomberg Chris Bryant - che lavora per la testata economica da Berlino - ha ironizzato parlando di scelta molto poco in stile “Brexit” e ha scherzato riproponendo la frase “Vorsprung durch Brexit” che riprende il ben noto slogan pubblicitario del costruttore tedesco. 

Naomi Smith, ceo dell’organizzazione “Best of Britain” - un gruppo trasversale ai partiti che si batte per ridurre gli effetti dell’addio della Gran Bretagna all’Europa, ha ironizzato (con tanto di faccina che ride): “I Brexiters nel governo sembrano un po' arrabbiati per questo. Hanno davvero ripreso il controllo”.

Tag

Audi A8  · Brexit  · Regno Unito  · 

Ti potrebbe interessare

· di Colin Frisell

Il futuro primo ministro britannico ha già annunciato che intende eliminare i limiti sulle autostrade, cancellare le “smart motorways” e difendere i profitti dell’industria

· di Valerio Antonini

La quarta generazione dell'ammiraglia adesso disponibile esclusivamente con propulsori abbinati alle batterie (anche plug-in) e con dotazioni hi tech. Da circa 105mila euro