Ultimo aggiornamento  05 dicembre 2022 18:15

Francia, incentivi al leasing elettrico.

Redazione ·

Il governo francese sta mettendo a punto un piano per sovvenzionare il leasing di auto elettriche come parte dell'impegno preso dal presidente Emmanuel Macron in campagna elettorale per rendere i mezzi meno inquinanti accessibili a una fetta sempre più larga di popolazione. 

Il programma punta a mettere a disposizione veicoli completamente elettrici per 100 euro al mese. Lo ha confermato il ministro del Bilancio Gabriel Attal alla televisione LCI, sottolineando che il costo è inferiore a quello che molte persone affrontano mensilmente per rifornire le loro vetture di benzina. Il governo starebbe valutando la velocità di attuazione della misura e la disponibilità dei veicoli elettrici.

Aiutare chi ha bisogno

Durante la campagna per la rielezione all’Eliseo, Macron ha promesso un programma di leasing sponsorizzato dallo stato rivolto alle famiglie a basso reddito, pure per contrastare la critica secondo la quale, anche con i sussidi, i veicoli a zero emissioni siano ancora fuori dalla portata di molti cittadini francesi.

Il governo di Parigi offre incentivi fino a 6mila euro per l'acquisto di auto elettriche di costo inferiore a 47mila euro, con la possibilità di ulteriori aiuti in caso di rottamazione, nell’ambito del programma "cash for clunkers", per i vecchi mezzi con motore a combustione. Le quattro ruote a batteria hanno rappresentato il 12% delle vendite di nuove unità in Francia nei primi sette mesi del 2022 e Attal ha commentato: "Sappiamo che per molti francesi sono ancora troppo costosi". 

Tra i veicoli elettrici a basso costo, in Francia la Dacia Spring è disponibile a 120 euro al mese con un leasing a lungo termine; la Nissan Leaf, che presto verrà dismessa, ne costa 139, così come la Fiat New 500. Per la Renault Twingo servono attualmente 150 euro, sempre al mese.

Tag

Emmanuel Macron  · Francia  · Gabriel Attal  · Leasing  · 

Ti potrebbe interessare