Ultimo aggiornamento  03 ottobre 2022 04:55

Luce Verde

Baidu, altri test di robotaxi in Cina.

Redazione ·

Baidu, il colosso di Internet, sta portando avanti in Cina lo sviluppo di servizi di robotaxi attraverso la società Apollo Go - che già aveva ricevuto il via libera all'interno della città di Pechino - utilizzando auto a guida autonoma in cui è presente solo un operatore di sicurezza seduto sul sedile del passeggero anteriore.

I dettagli

L'azienda fa un ulteriore importante passo avanti della sua strategia, grazie all'arrivo di nuovi permessi che consentiranno di offrire servizi di robotaxi a pagamento nelle città di Chongqing e Wuhan, con mezzi che saranno completamente prive di personale di sicurezza a bordo.

Però i robotaxi dovranno rispettare alcune specifiche regole. A Wuhan, il servizio di Baidu opererà dalle 9 alle 17 e coprirà un'area di 13 chilometri quadrati di una specifica zona della città. Invece, il servizio che sarà lanciato a Chongqing si svolgerà dalle 9:30 alle 16:30 in un'area di 30 chilometri quadrati nel distretto di Yongchuan. In ogni città opereranno 5 robotaxi Apollo di quinta generazione. Le zone in cui sarà presente Baidu non sono densamente popolate e presentano diverse nuove strade larghe che facilitano il funzionamento delle auto a guida autonoma. La zona di Wuhan in cui opererà il servizio robotaxi Apollo Go dispone di strade dotate della tecnologia V2X che permette alle auto di "dialogare" con le infrastrutture stradali.

Tag

Baidu  · Guida Autonoma  · Robotaxi  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Il motore di ricerca cinese produrrà le vetture con l'aiuto di alcuni costruttori locali, sfidando nel settore della mobilità anche Amazon e Google