Ultimo aggiornamento  29 novembre 2022 12:56

All'asta una Mercedes "Gullwing" in alluminio.

Valerio Antonini ·

Quando si parla di Mercedes con portiere ad “ali di gabbiano” i collezionisti più facoltosi del mondo tendono a non badare a spese. Nel maggio scorso una delle due 300 SLR Uhlenhaut Coupé "Silver Arrow" degli anni ’50 - concepita dal geniale designer di origine britannica Rudolf Uhlenhaut - è stata venduta a un’asta organizzata da RM Sotheby’s per l’incredibile somma di 135 milioni euro, la valutazione più alta mai fatta registrare in una vendita privata.  

Dal 18 al 20 agosto, in occasione della Monterey Car Week 2022 (che si svolge nell’ambito del famoso concorso di eleganza di Pebble Beach, in California) la casa d’aste metterà all’incanto un altro pezzo di storia del marchio, un modello speciale, antenato diretto dell’auto più costosa di sempre.  

Nata per volare in pista 

Si tratta di una delle 24 Mercedes 300 SL Alloy Gullwing costruite nel 1955 (poi ne vennero realizzate altre 5 l’anno successivo) con la carrozzeria in alluminio, descritta dalla casa d’aste come il “Santo Graal” di tutte le SL. Un’opera d’arte su quattro ruote capace di “volare” sull’asfalto con le sue tradizionali ali di gabbiano.    

Le vittorie più importanti nel palmarès della 300 SL sono state ottenute proprio grazie alle sue varianti in lega leggera. Tra i successi indimenticabili ricordiamo: la leggendaria Mille Miglia, la 1000 KM del Nürburgring, il Tour d'Europe, la Coppa d'Oro, il Rally dell'Acropoli e la Liegi-Roma-Liegi.  

L’imprenditore svizzero Rene Wasserman fu il primo proprietario di questa Gullwing, che - da appassionato di corse quale era - configurò l'auto per competere al meglio con qualsiasi altra vettura sportiva, richiedendo addirittura di montare un motore aggiornato da ben 215 cavalli (una potenza cospicua per l’epoca). 

Restauro di qualità 

In tempi più moderni, l’esemplare (il 21esimo di 24, telaio numero 5500786) è stato restaurato dall’atelier tedesco di fama internazionale Kienle Automobiltechnik, specializzato proprio nella lavorazione del modello, il quale ha prestato particolare attenzione ai particolari per tirare a lucido il vestito originale dell'auto. Infatti, le 300 SL in lega leggera sono particolarmente delicate, l'alluminio è sottile e rischia di danneggiarsi anche con una minima pressione, formando pieghe antiestetiche.

Al termine del restauro, “di una qualità superba” - scrivono da RM Sotheby’s - la livrea della 300 SL Alloy Gullwing (originariamente bianca) è stata riverniciata nel tradizionale colore grigio-argento metallizzato e rivestita con gli interni originali in pelle rossa. Come facilmente ipotizzabile, per aggiudicarsi questo gioiello servirà sborsare una somma ingente, compresa tra i 5 e i 7 milioni di euro.  

Tag

300 SL Gullwing  · Mercedes  · Mercedes 300 SL  · 

Ti potrebbe interessare

· di Linda Capecci

La 300 SL Gullwing, che il padre della Pop Art usò come modella per la serie di dipinti "Cars", è stata restaurata dalla tuning house Brabus