Ultimo aggiornamento  30 gennaio 2023 22:08

Stellantis, crescono i profitti nel semestre.

Angelo Berchicci ·

Nel primo semestre dell'anno il gruppo Stellantis ha visto crescere tutti gli indicatori finanziari. I ricavi netti si sono attestati a 88 miliardi di euro, in crescita del 17% rispetto al 1° semestre 2021 proforma, mentre l'utile operativo è di 12,4 miliardi di euro, in crescita del 44% rispetto all'anno precedente. Crescono anche i margini di profitto, che passano dall'11,4% al 14,1%.

I profitti netti crescono del 34% rispetto al 1° semestre 2021, arrivando a toccare gli 8 miliardi di euro. Il flusso di cassa industriale netto è di 5,3 miliardi di euro, in aumento di 6,5 miliardi di euro rispetto a un anno fa. La liquidità industriale, infine, ammonta a 59,7 miliardi di euro.

Margini in crescita su tutti i mercati

E' significativo il fatto che questi risultati finanziari siano stati raggiunti nonostante le consegne siano diminuite su tutti i mercati, tranne che in Nord America, dove sono cresciute del 10%. In Europa si è visto il crollo più significativo nella produzione industriale, con consegne in flessione del 18%, che hanno portato a una riduzione dei ricavi del 2%. Tuttavia, grazie a politiche di prezzo vantaggiose, alle sinergie e al miglioramento nella profittabilità, gli utili operativi sono cresciuti anche nel vecchio continente, del 15%

Altro dettaglio importante: i margini di profitto sono cresciuti su tutti i mercati, e in tutte le aree geografiche ora hanno raggiunto un livello a doppia cifra, toccando un valore record del 18,1% in Nord America. I margini a livello globale di Maserati, inoltre, sono raddoppiati, passando dal 3,3% al 6,6%.

Volano le elettrificate

A contribuire fortemente a questa crescita sono stati i veicoli elettrificati. Stellantis si è posizionata al secondo posto nel mercato europeo sia per vendite di veicoli a basse emissioni (in cui rientrano elettriche e ibride plug-in) che di elettriche pure.

Nel mercato statunitense il gruppo è al terzo posto per vendite di vetture a basse emissioni. Le vendite globali di elettriche pure sono aumentate di quasi il 50% su base annua, raggiungendo le 136mila unità. L’azienda offre attualmente 20 modelli a zero emissioni, mentre altri 28 saranno lanciati entro il 2024.

Previsioni al ribasso

Nonostante un semestre positivo, il gruppo Stellantis ha rivisto al ribasso le previsioni relative alla produzione industriale. Per la fine dell'anno il gruppo stima una pedita complessiva del 12% in Europa (le previsioni precedenti parlavano di una flessione del 2%). Anche in Nord America ora si prevede una contrazione dell'8%, mentre fino ad ora il gruppo prevedeva di eguagliare i risultati dell'anno scorso. Inviariate le previsioni finanziarie, che parlano ancora di una crescita di margini e profitti a fine 2022.

"In un contesto globale complesso proseguiamo sulla strada del piano Dare Forward, ottenendo prestazioni fuori dal comune e attuando la nostra ambiziosa strategia di elettrificazione. Insieme alla resilienza, all’agilità e alla mentalità imprenditoriale delle nostre persone e grazie anche ai nostri partner innovativi, stiamo trasformando Stellantis in un’azienda tecnologica di mobilità sostenibile e pronta per il futuro. Desidero esprimere il mio sincero apprezzamento a tutti i dipendenti di Stellantis per l’impegno profuso e il contributo dato a questi risultati" ha dichiarato il ceo del gruppo, Carlos Tavares.

Tag

Stellantis  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Il gruppo italo-francese ricompra dal costruttore Usa 69,1 milioni di titoli per poco meno di un miliardo di euro. Agli americani anche 1,2 milioni di ordinarie di Faurecia

· di Redazione

Il gruppo auto annuncia la "cessazione ordinata” della produzione cinese di Jeep “a causa dei mancati progressi nella acquisizione di una quota di maggioranza"