Ultimo aggiornamento  04 dicembre 2022 02:57

GM fa il pieno di materie prime per le batterie.

Redazione ·

General Motors fa il pieno delle materie prime necessarie per costruire le batterie dei veicoli elettrici e raggiungere l'obiettivo che si è prefissata per il 2025: avere una capacità annuale di 1 milione di unità di auto a zero emissioni in Nord America. Per questo il costruttore ha  annunciato tre nuovi accordi vincolanti di fornitura.

Le intese

Il primo è con LG Chem, che garantirà 968mila tonnellate di materiale attivo per catodi, o CAM, fino al 2030. Una quantità sufficiente a sostenere la produzione di circa 5 milioni di veicoli elettrici, ha dichiarato un portavoce del costruttore. La fornitura sarà destinata agli impianti in Ohio, Tennessee e Michigan gestiti da Ultium Cells (la joint venture tra il gruppo di Detroit e i coreani) e che entreranno in funzione tra questa estate fino al 2024.

I materiali catodici che LG Chem fornirà comprendono nichel, cobalto, manganese e alluminio: le due società  hanno inoltre dichiarato che "esploreranno" la possibilità di creare un impianto di materiale attivo per catodi in Nord America entro la fine del 2025.

Il secondo accordo annunciato è un contratto di sei anni, a partire dal 2025, con l'azienda Livent di Filadelfia. Questa fornirà a Gm idrossido di litio per batterie ricavato principalmente dal materiale grezzo estratto nelle sue attività negli altipiani salini del Sud America. Nel corso dell’accordo aumenterà anche la fornitura in arrivo dagli stabilimenti di produzione negli Stati Uniti.

La casa automobilistica di Detroit ha infine svelato un’intesa con Posco Chemical per la fornitura anche in questo di CAM dalla Corea per il periodo dal 2023 al 2025.

Sulle orme di Ford

Questi sviluppi sono solo gli ultimi passi di Gm per rafforzare la propria catena di fornitura di veicoli elettrici, mentre persegue un'ambiziosa strategia di elettrificazione che prevede di avere una linea di mezzi a zero emissioni entro il 2035 e di introdurre circa 30 modelli a batteria a livello globale entro il 2025.

La scorsa settimana, la rivale Ford ha dettagliato la sua strategia per assicurarsi le batterie delle elettriche e le materie prime necessarie per produrle. La casa automobilistica di Dearborn ha dichiarato di essersi assicurata il 100% della capacità necessaria per raggiungere la produzione annuale di 600mila unità di veicoli elettrici entro la fine del prossimo anno e il 70% di quella richiesta per produrne 2 milioni l'anno entro la fine del 2026.

Tag

Batterie elettriche  · General Motors  · LG Chem  · Livent  · Posco  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Scienziati dell’Università del Maryland (Usa) testano l’utilizzo di esoscheletri dei granchi e aragoste, oltre ad altri materiali ricchi di chitina, per gli accumulatori

· di Redazione

Il costruttore americano sborserà 198 milioni di dollari già entro il 2022 per le forniture di materie prime da Livent che inizieranno ad arrivare nel 2025

· di Redazione

Per realizzare l'obietttivo dei 600mila veicoli a batteria entro il 2023, il costruttore Usa ratifica intese col produttore di accumulatori Catl e l’estrattore di litio Rio Tinto

· di Angelo Berchicci

Il ceo del costruttore americano Mary Barra ha prospettato l'ipotesi di un rientro nel vecchio continente come player di auto a batteria