Ultimo aggiornamento  30 novembre 2022 01:45

Spagna: arriva una gigafactory "cinese".

Redazione ·

La Spagna è uno dei Paesi europei più attivi sul cammino della transizione elettrica, soprattutto vista dal punto di vista industriale. In questo senso si spiega la notizia dell’accordo che il governo di Madrid ha firmato con l'azienda cinese di energia verde Envision Group.

L’intesa - si legge in un comunicato ufficiale dell’eecutivo - prevede l’avvio di quattro progetti, tra cui un impianto di batterie destinate ai veicoli elettrici, per un investimento totale di 3,8 miliardi di euro, in parte finanziato dagli aiuti dell'Unione Europea. Alcuni dei programmi saranno sviluppati congiuntamente con la società spagnola di energia rinnovabile Acciona Energia.

Sito per le batterie

In particolare, è prevista la nascita di una gigafactory che sorgerà a Navalmoral de la Mata, nella regione centro-occidentale dell'Extremadura, a poco meno di 200 chilometri dalla capitale Madrid; il sito richiederà un investimento di 2,5 miliardi di euro e potrebbe creare fino a 3mila posti di lavoro. La scelta dell’area non è causale: in Extremadura, infatti, si trovano alcuni dei giacimenti spagnoli di litio.

Quello di Navalmoral de la Mata è il secondo grande progetto del genere in Spagna. Recentemente, il gruppo Volkswagen ha annunciato l’intenzione di investire 10 miliardi di euro - insieme con alcuni partner - per produrre veicoli elettrici e batterie nel Paese. In particolare nel primo trimestre 2023 dovrebbe partire la costruzione dell'impianto da 40 gigawattora a Sagunto, vicino Valencia, che costerà un investimento di 3 miliardi e dovrebbe entrare in funzione nel 2026.

Progetto completo

L'accordo di partenariato con Envision Group comprende anche un impianto di idrogeno rinnovabile del costo massimo di 900 milioni di euro, che fornirà energia per un progetto a emissioni nette zero, e un parco eolico con uno stabilimento di assemblaggio turbine che saranno costruiti nelle cittadine di Alcazar de San Juan e Navas del Marques, nella Spagna centrale. Previsto anche un centro di sviluppo di prodotti digitali del valore di 300 milioni di euro.

La Spagna contribuirà a finanziare l'investimento con i fondi di assistenza dell'Unione Europea per le pandemie, ha dichiarato il governo, sottolineando che non solo promuoverà la transizione energetica, ma sosterrà anche i piccoli comuni che soffrono di spopolamento.

Tag

Envision Group  · Gigafactory  · Spagna  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

L'elettrica cinese disegnata da Ken Okuyama, ex direttore creativo di Pininfarina e creatore della Ferrari Enzo, arriverà in Europa e sfiderà la tedesca. Da circa 39mila euro

· di Redazione

Dopo l'incontro con Stellantis, la Fim Cisl delinea la road map per l’impianto italiano destinato agli accumulatori delle elettriche. Primi passi nel 2023, 2mila dipendenti nel...

· di Luca Gaietta

Il marchio boemo punta a far diventare la fabbrica di batterie di Mladá Boleslav uno dei 6 poli previsti dal colosso tedesco di Wolfsburg in Europa