Ultimo aggiornamento  09 dicembre 2022 19:27

Scatola nera, da oggi in Europa è obbligo.

Redazione ·

Passo avanti per la sicurezza stradale in Europa. A partire da oggi è infatti in vigore il regolamento - approvato dalla Unione nel 2019 - che rende obbligatorio avere a bordo un “registratore di dati di evento”, ovvero una scatola nera, che immagazzini una serie di informazioni utili, soprattutto in caso di incidente: velocità del mezzo, eventuale frenata, posizione del veicolo rispetto alla strada ed eventuale sua inclinazione. Il sistema registra inoltre se tutti i sistemi di sicurezza passiva e attiva erano operativi

E’ bene precisare che l’obbligo di cui stiamo parlando riguarda i veicoli di nuova immatricolazione, ovvero quelli che verranno presentati dai costruttori d’ora in poi. Per i modelli già omologati, che risultano nei listini ufficiali delle Case, ci sarà tempo per uniformarsi fino al 7 luglio 2024.

La “black box” non è una novità assoluta: oggi è possibile installarla a bordo della propria auto in aftermarket grazie agli accordi con le società assicuratrici ed è presente anche di serie su alcuni modelli di fascia alta. I dati che contiene non sono manipolabili, la scatola nera non può in alcun modo essere disattivata dall’automobilista, e le risultanze possono essere messe a disposizione delle forze dell’ordine per la valutazione degli elementi di prova in caso di incidente.

Sicurezza attiva

L’adozione obbligatoria della black box non è l'unica novità che entra in vigore con il recepimento del regolamento comunitario del 2019. Questo stila un elenco di sistemi di sicurezza attiva ugualmente necessari. Tra questi l’Isa (Intelligent speed assistant) ovvero l’adattatore di velocità di cui abbiamo parlato qui, ma anche l’avviso dei livelli di disattenzione e stanchezza di chi è al volante e la segnalazione di arresto di emergenza. 

Ancora non operative - ma già previste - anche le funzioni del cosiddetto alcolock, il dispositivo che rileva il tasso alcolemico del guidatore (che comunque non sarà obbligatorio a meno che la autorità competenti non lo indichino come fattore necessario per esempio per soggetti che abbiano già avuto problemi di guida sotto influenza di alcool) e, relativamente ai mezzi pesanti - i sistemi che rilevino la presenza di pedoni o ciclisti davanti o a fianco del veicolo.

Tag

Ti potrebbe interessare