Ultimo aggiornamento  29 novembre 2022 12:49

Mercedes Classe T, van tuttofare.

Carlo Cimini ·

RIVA DEL GARDA (TN) – Non è mai facile affrontare la montagna: tra salite, tornanti e discese, le auto sono sempre messe a dura prova. A maggior ragione se l’itinerario è affrontato da una multispazio. Mercedes Classe T - l’anello di congiunzione tra le vetture compatte e la gamma commerciale della Stella - si è distinta anche durante la nostra prova d'alta quota.

Spazio per tutti

Le dimensioni - lunga 4,49 metri, larga 1,86 e alta 1,81 nella versione standard – rendono la Classe T (prodotta in collaborazione con Renault, ma con personalizzazione tedesca) ideale per un contesto urbano, anche se al volante non si ha la sensazione di guidare un van indirizzato alle famiglie, agli sportivi o agli amanti del tempo libero. 

In attesa della edizione a passo lungo e fino a sette posti (dal 2023), la comodità si apprezza già nella versione base. Classe T, infatti, ha il bagagliaio ribassato a 56 centimetri, che semplifica il carico di oggetti pesanti, per un volume  da un minimo di 520 litri fino a 2.127. Le porte scorrevoli ad ampia apertura su entrambi i lati del veicolo (61,4 centimetri di altezza e 1,06 metri di altezza) consentono di accedere comodamente al vano posteriore con divano ribaltabile di serie, così da formare con il pianale del bagagliaio una superficie di carico pressoché piana.

Tech e sicura

L'equipaggiamento di serie comprende, tra gli altri, il sistema di infotainment Mbux con assistente vocale "Hey Mercedes", display touchscreen da 7 pollici e integrazione per smartphone (Android Auto e Apple Car Play, Radio Dab+), volante multifunzione con pulsanti Touch Control, climatizzatore e strumentazione con grande display a colori da 5,5 pollici. I servizi digitali della Classe T comprendono anche Mercedes me connect1 che include l'interrogazione a distanza dello stato della vettura e la chiusura porte da remoto.
Tramite l'app è possibile verificare comodamente e in qualsiasi momento i dati principali del veicolo sia da casa che in viaggio. Un'altra soluzione molto pratica è la navigazione con Live Traffic Information e la comunicazione Car-to-X, grazie alla quale il guidatore potrà evitare eventuali code in tempo reale. Non propriamente intuitivo il sistema di navigazione.

Mercedes Classe T, di serie, prevede numerosi sistemi di assistenza alla guida, tra cui quello per la partenza in salita, la frenata attiva (contribuisce a evitare tamponamenti e incidenti con veicoli, pedoni e ciclisti in fase di attraversamento), l’antisbandamento attivo (funziona a partire da 70 chilometri orari e interviene agilmente sterzando e non frenando), il Blind Spot Assist (utilizza il radar per tenere sotto controllo le aree a lato del veicolo non coperte dai retrovisori esterni) e il sistema di rilevamento automatico del limite di velocità (avvisa visivamente e acusticamente il guidatore).

Ibrido no, in attesa dell’elettrico

Per quanti riguarda le motorizzazioni, sono disponibili un diesel 1.4 e un benzina 1.3 rispettivamente con due livelli di potenza: 95 e 116 cavalli per il primo, 102 e 131 cavalli per il secondo.

Prezzi a partire da 27.548 euro per il benzina da 100 cavalli, cambio manuale e allestimento Base. Il 2023, poi, sarà l'anno della variante elettrica EQT (arrivo entro il primo semestre) di cui finora è stato svelato solo il concept con 300 chilometri di autonomia circa, qualcosa in meno rispetto alla sorella EQV già presentata.

Tag

Classe T  · Mercedes  · Van  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

La Casa ha svelato la sua nuova multispazio compatta (4,5 metri di lunghezza). Motori diesel e benzina in vari step di potenza, aspettando l'elettrico. Da 30mila euro