Ultimo aggiornamento  28 novembre 2022 15:51

Volkswagen compra Europcar.

Redazione ·

Un consorzio guidato dal gruppo Volkswagen si è assicurato una partecipazione del 93,6% nella società di autonoleggio Europcar. La notizia, diffusa a Wolfsburg, è stata confermata dalle autorità finanziarie francesi.

La mossa consentirà ora ai nuovi proprietari di Europcar di cancellarla dalla borsa di Parigi, come già ampiamente preannunciato durante i mesi nei quali si è svolta la trattativa. Volkswagen è affiancata, in questo passaggio, dall’asset manager Attestor Limited e dal gruppo olandese di mobilità Pon Holdings BV. Per rastrellare i titoli della società di noleggio, gli acquirenti avevano offerto 0,50 euro per azione per Europcar, maggiorati di 0,01 euro per azione se il 90% degli azionisti avesse aderito all'offerta.

Una piattaforma, offerte diversificate

Nell’annunciare l’avvenuto passaggio, una nota del costruttore tedesco parla di “pietra miliare raggiunta” nella realizzazione della strategia ”New Auto” con la quale il gruppo intende “assicurarsi una quota significativa del mercato globale dei servizi di mobilità, che si prevede crescerà rapidamente nel corso del decennio”.  Grazie all’acquisizione, Volkswagen intende soddisfare “un'ampia varietà di esigenze di mobilità dei clienti, dal car sharing per poche ore all'abbonamento per più mesi. Le fasi pilota dei servizi di mobilità in collaborazione con Porsche Bank e Europcar inizieranno già nel trimestre di quest’anno a Vienna. Amburgo dovrebbe seguire all’inizio del 2023”.

Sempre nella nota da Wolfsburg si legge: “Un importante passo successivo per la piattaforma unica a disposizione della clientela, sarà l'introduzione di veicoli autonomi nella seconda metà del decennio in corso. Ciò consentirà di offrire servizi completamente nuovi e di portare l'attività a un livello ancora più elevato di efficienza e redditività”.

A questo proposito, si ricordano i progetti pilota a Monaco e Amburgo, grazie ai quali “si sta attualmente testando il primo ID Buzz driverless”. Volkswagen “prevede di implementare progranmi di guida autonoma simili in altre grandi città del Vecchio Continente, Cina e Stati Uniti. Nel 2025, fornirà il suo primo servizio commerciale di mobilità senza conducente in Europa, seguito a breve dagli Usa.

Entusiasmo

Christian Dahlheim, ceo di Volkswagen Financial Services, ha dichiarato: "Siamo davvero entusiasti che la nostra visione della mobilità futura incentrata sul cliente si concretizzi con la chiusura dell'operazione Europcar. Il suo team dedicato apporta capacità e risorse importanti che ci aiutano a realizzare rapidamente i nostri piani. Prevediamo che entro il 2030 la maggior parte delle persone preferirà ancora la mobilità individuale, ma sarà più legata all'utilizzo e meno al possesso di veicoli. La nostra nuova piattaforma di mobilità risponderà perfettamente a questa tendenza con un'offerta altamente flessibile e conveniente a portata di mano. I veicoli autonomi saranno il prossimo fattore di svolta e porteranno la piattaforma a un livello ancora più alto, sulla strada della “New Auto”".

Tag

Europcar  · Gruppo Volkswagen  · Parigi  · wolfsburg  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

L'antitrust avrebbe deciso di concedere il via libera all'operazione. La decisione arriverà il prossimo 25 maggio. Il gruppo tedesco ha offerto 2,9 miliardi di euro