Ultimo aggiornamento  30 gennaio 2023 23:20

Texas, niente incentivi per Tesla.

Redazione ·

Brutto colpo per Elon Musk. Il Texas, lo stato nel quale ha scelto di costruire la seconda gigafactory americana - dando in prospettiva lavoro a 20mila persone, che diventano 100mila con l’indotto - e dove ha trasferito le attività gestionali della sua azienda di elettriche, ha escluso le Tesla dall’elenco delle auto che possono usufruire degli incentivi statali

Il Texas offre ai residenti sconti fino a 2.500 dollari per l'acquisto o il leasing di un'auto elettrica nell'ambito del suo "Light-Duty Motor Vehicle Purchase or Lease Incentive Program”. A questo scopo ha appena pubblicato una lista che comprende 42 modelli diversi di tutte le principali case automobilistiche: cui 22 Bmw, 17 Porsche, 15 Audi, 6 Mercedes-Benz e Volkswagen, 7 Volvo e 14 Ford. Il nome di Tesla non compare nell’elenco.

Vendita diretta

il problema, come anche altrove in Americai, è che la società di Musk non utilizza i consueti canali di vendita che passano attraverso concessionari, ma effettua contrattazione diretta col cliente. In base alla legge vigente in Texas i veicoli acquistati direttamente dal produttore o da un concessionario fuori dai confini non autorizzato a vendere o noleggiare veicoli nuovi nello "stato della stella solitaria" non sono ammissibili allo sconto. Alcuni parlamentari locali hanno stanno provando a introdurre una legislazione volta a revocare questo divieto, ma la decisione non arriverà prima del prossimo anno. Ironicamente, questo significa che Tesla dovrà spedire i suoi veicoli made-in-Texas fuori dallo stato prima di consegnarli agli acquirenti locali.

"Le leggi sui concessionari in franchising proteggono la concorrenza e forniscono il modello più efficiente ed efficace per la vendita di auto nuove e usate nello stato", ha dichiarato Jennifer Stevens, portavoce della Texas Automobile Dealers Association che ha rivendicato come il sistema “funzioni benissimo sia per le autorità che per i cittadini”.

Tag

Elon Musk  · Incentivi auto  · Tesla  · Texas  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Il vice presidente del colosso cinese Lian Yubo conferma che presto inizieranno le consegne al costruttore Usa degli accumulatori “blade” al litio-ferro-fosfato