Ultimo aggiornamento  02 luglio 2022 00:53

CIVM, Faggioli vince il Trofeo Vallecamonica.

Redazione ·

Simone Faggioli su Norma M20 FC Zytek ufficiale vince il 51esimo Trofeo Vallecamonica. Con il tempo di 4’07”23 in gara 1 sotto la pioggia battente, abbassato a 3’57”13 nella seconda salita, quando il meteo ha concesso una tregua, il pilota ha bissato il successo nella gara organizzata dall’Automobile Club Brescia, quarto appuntamento del Campionato Italiano Velocità Montagna.

La gara

Appassionante duello tra gli altri occupanti del podio, Domenico Scola e Achille Lombardi sulle Osella PA 2000 Honda. L’alfiere Scuderia Ateneo e il portacolori Vimotorsport hanno chiuso nell’ordine, con Scola che ha perfettamente indovinato le scelte più efficaci di gomme e assetto e ha attaccato in entrambe le salite, mentre Lombardi ha dovuto rimediare a una noia alla frizione accusata durante gara, ma ha dato prova d’esperienza e tenacia in entrambe le manche.

Ai piedi del podio Diego Degasperi su Osella FA 30 Zytek, che in gara 2 ha rimontato, quando le condizioni del fondo sono migliorate per lui che non ama molto il bagnato. Quinta piazza nella classifica aggregata per Luigi Fazzino che su Osella Pa 2000 Turbo Lrm.

Gli altri piazzamenti

Marco Capucci ha primeggiato con gran margine nel gruppo CN su Osella PA/21, stessa vettura per il secondo, Alessadro Bondanza, mentre terzo ha chiuso terzo Stefano Falcetta sulla Norma M20 Rvo. Soffrono sul bagnato le estreme vetture Silhouette del gruppo E2SH con Michele Ghirardo che interpreta al meglio la gara 1 con la Lotus Exige Cup 260 e ipoteca il successo nella classifica aggregata.

Successo fra le GT per Stefano Artuso, mentre Giuseppe Aragona ha vinto il Gruppo E1. Fa gara a se in gruppo A Cesare Brusa al volante dela Ford Fiesta Wrc Plus con una prestazione come lui stesso l’ha definita "mentale". Avvincenti come sempre le sfide nei Gruppi RS: nella Rs Plus Cup dove c’è stata una nutrita partecipazione di vetture. Vittoria di Ilario Bondioni sull’Audi R3 Dsg, secondo Rosario Parrino con la Cupra Leon, terzo Giuseppe Cardetti in recupero grazie a una bella seconda salita. In gara 1 successo a sorpresa del giovane Lorenzo Luches con la Volkswagen Golf Gti TCR.

Nella Racing Start Rstb indovina tutto Oronzo Montanaro. Bella la performance di Federico Raffetti pilota di casa con la Mini in versione Diesel, che ha preceduto Anna Maria Fumo alle prese con problemi di assetto su un vettura uguale. Fra leaspirate, migliore è risultato Omar Sertori con l’Honda Civic 1600, davanti a Luciano Moscardi con la Renault Clio Rs 2000 e Giorgio Guerra con la Peugeot 106 Rallye.

Tag

CIVM  · Simone Faggioli  · 

Ti potrebbe interessare