Ultimo aggiornamento  30 gennaio 2023 09:12

Il Piemonte punta sull’idrogeno.

Edoardo Nastri ·

La Regione Piemonte ha presentato un progetto bandiera per diventare un punto di riferimento a livello europeo per produzione, ricerca, consumo, trasporto e approvvigionamento di idrogeno. La Regione ha avviato una consultazione che durerà fino al 10 giugno per la creazione di una strategia che verrà presentata in Europa in autunno. I siti industriali attualmente dismessi che si sono candidati per diventare centri produttivi di idrogeno sono 28 distribuiti tra Torino, Cuneo, Novara e Vercelli.

La sfida permetterebbe al Piemonte di accedere dall’autunno a fondi per ricerca e sviluppo previsti per l’idrogeno e le fonti rinnovabili dal Pnrr europeo. Le risorse ammontano a 70 milioni di euro che consentirebbero alla Regione di diventare uno dei punti di riferimento per l’idrogeno verde (prodotto senza inquinare) nel Vecchio continente.

Previsti anche test su treni e autobus

“Il Piemonte ha le carte in regola per diventare la valley dell’idrogeno in Europa”, ha dichiarato Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte. “Oltre alle nostre competenze abbiamo una posizione geografica favorevole e strategica dal punto di vista logistico per l’approvvigionamento e la produzione dell’idrogeno che puntiamo a fare contenendo i costi e portandolo alla fruizione di tutti”.

Se il progetto dovesse andare in porto sono previste anche diverse opportunità di test di questa tecnologia, dal comparto industriale fino alle applicazioni concrete nel trasporto pubblico, in particolare su autobus e treni.

Tag

Europa  · Idrogeno  · Piemonte  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Programma di cooperazione con la regione transalpina Alveria-Rodano-Alpi per studiare nuove possibilità di sviluppo e stoccaggio da fonti rinnovabili