Ultimo aggiornamento  28 novembre 2022 22:14

Diess: “Battere Tesla? Sarà dura”.

Redazione ·

Volkswagen si è imposta l’obiettivo di diventare il più grande produttore e venditore di veicoli elettrici del mondo entro il 2025: per farlo bisognerà, però, superare Tesla che “si è rivelato un avversario più duro del previsto”.

Ad ammetterlo il ceo del gruppo di Wolfsburg, Herbert Diess, parlando alla conferenza FT Future of the Car 2022. "Sarà una gara serrata, ma non ci arrenderemo. Devo dire che non ci aspettavamo che il nostro principale concorrente americano fosse così veloce e ben preparato", ha aggiunto il manager che l'anno scorso è stato aspramente criticato per aver regolarmente confrontato Volkswagen con Tesla e aver sottolineato l'agilità e la velocità dell'azienda di Elon Musk. Messo sotto accusa dai suoi, si è difeso dicendo di averlo fatto per "spronare" una nomenclatura un poco troppo compassata.

La via giusta

Diess ha indicato anche la ricetta per battere gli americani: continuare a produrre auto a batteria di diversi segmenti, dal premium a quelli che garantiscono maggiori volumi. 

Una sfida a cui i tedeschi tengono particolarmente, dopo che Tesla - quest'anno - ha aperto la sua prima gigafabbrica europea vicino a Berlino, sfidando Volkswagen e i connazionali Bmw e Mercedes-Benz a casa loro. Per Diess la velocità con la quale l’impianto è sorto e ha iniziato a sfornare auto è sorprendente. 

Il manager ha poi parlato anche del futuro sul mercato statunitense, confermando che Volkswagen mira a più che raddoppiare la sua quota di vendite al di là dell'Oceano, arrivando al 10%. Per farlo, ha però ammonito, non basta volerlo, serve almeno un impianto aggiuntivo che produca le auto direttamente negli Stati Uniti. Diess ha anche parlato della necessità - se si vuole vincere - di avere a disposizione una fabbrica per le batterie.

Tag

Elon Musk  · Gruppo Volkswagen  · Herbert Diess  · Tesla  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

La ceo del costruttore di Detroit ha le idee chiare: il sorpasso entro il 2025 con veicoli elettrici economici. "Per i pick up ci vorrà più tempo"