Ultimo aggiornamento  03 dicembre 2022 13:43

Stellantis, primo trimestre 2022 in crescita.

Paolo Odinzov ·

Stellantis ha chiuso il primo trimestre dell’anno con ricavi pari a 41,5 miliardi di euro, che valgono un incremento del 12% rispetto ai 37 miliardi di euro dello stesso periodo del 2021 pro-forma.

"La forza dei nuovi prodotti"

Il risultato, ha spiegato l’azienda, è dovuto migliori prezzi, oltre a cambi di conversione più favorevoli, e la "forza dei nuovi prodotti" tra cui tra cui Jeep Grand Cherokee L e Wagoneer/Grand Wagoneer per il Nordamerica; DS4, Fiat Nuova 500, Opel Mokka e la gamma di veicoli commerciali leggeri per la regione Enlarged Europe; Jeep Grand Cherokee, Peugeot 3008 e Citroën C4 per Medio Oriente e Africa. Mentre Fiat Pulse, Jeep Compass, Peugeot 208 e Fiat Cronos hanno contribuito alla posizione di leadership nel mercato del Sudamerica.

Salgono le vendite di veicoli a basse emissioni

Le consegne consolidate del gruppo guidato dall'ad Carlos Tavares hanno tuttavia registrato una flessione del 12% con 1.374.000 unità a causa principalmente della mancata evasione di ordini per la carenza di semiconduttori. Mentre sono salite di oltre il 50% le vendite di veicoli a basse emissioni (BEV) nella regione Enlarged Europe.

Obiettivi confermati

"La guidance per l'intero anno, con margini di risultato operativo rettificato a doppia cifra e flussi di cassa positivi, è confermata, nonostante le condizioni sfavorevoli in termini di approvvigionamenti e di inflazione, grazie al successo dei modelli e alle partnership strategiche", ha detto il direttore finanziario del gruppo Richard Palmer.

Stellantis ha ritoccato al ribasso le stime per il 2022 e si aspetta che il mercato auto del Nordamerica resterà' stabile rispetto al 2021, anziché crescere del 3%. Riguardo all’Europa la previsione invece è di un calo a fine 2022 del 2% rispetto anche qui alla precedente stima di una crescita del 3%. Rimangono invece invariate le previsioni per il mercato del Sudamerica e per quello di India e Asia-Pacifico dove il costruttore prevede una crescita del 3% e 5%.

Importanti partnership strategiche

Nel primo trimestre dell’anno Stellantis ha stretto importanti partnership strategiche con LG Energy Solution e Automotive Cells Company (ACC) per incrementare la produzione di batterie e raggiungere una capacità di 400 Gigawattora entro il 2030 grazie anche alla realizzazione del primo impianto di produzione di batterie agli ioni di litio su vasta scala in Canada (Windsor) e una nuova gigafactory a Termoli. Ha infine stretto una partnership con Amazon e Foxconn portando avanti la strategia su software in ambito al piano strategico "Dare Forward 2030" che segna il percorso verso un futuro sostenibile del gruppo.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

L'azienda ha concordato con i sindacati 480 uscite volontarie per il polo torinese. Chi aderirà al piano entro il 30 settembre avrà un bonus di 20mila euro