Ultimo aggiornamento  27 novembre 2022 03:09

Pickup elettrici, tutti li vogliono.

Angelo Berchicci ·

Negli Usa la transizione a batteria procede più lentamente rispetto all'Europa, ma c'è un segmento che sembra cavalcare a pieno ritmo l'elettrificazione: si tratta della specialità tutta americana dei pickup - detti anche truck - che stanno vivendo una vera e propria corsa all'elettrificazione. E proprio in questi giorni la sfida tra le "big three" di Detroit a suon di pickup elettrici sta entrando nel vivo, e sta influenzando anche un insospettabile costruttore europeo come Volkswagen.

Ford in dirittura d'arrivo 

Il 25 aprile la produzione del primo pickup elettrico di Ford, l'F-150 Lightning, è partita ufficialmente. Ora la Casa di Dearborn ha davanti un vero e proprio tour de force per smaltire gli oltre 200mila preordini raccolti lo scorso anno, che hanno costretto il brand a dichiarare il pickup sold-out pochi mesi dopo la presentazione. 

Un successo previsto - considerando che la Serie F è il veicolo più venduto negli Usa da 46 anni - ma che nonostante ciò ha superato ogni più rosea aspettativa. Ora il costruttore, in un clima reso complicato dalle carenze di chip e dalle cattive notizie che arrivano da Shanghai, cercherà di evadere tutti gli ordini del model year 2022 in 6 mesi, per poi riaprire le prenotazioni per l'edizione 2023 a partire da questo autunno.

RAM studia gli avversari 

E' ancora presto per dire se anche la versione a batteria dell'F-150 otterrà la corona nel nuovo segmento dei pickup elettrici, ma di sicuro a livello di tempistiche Ford deve accontentarsi del secondo posto. Il primo grande costruttore a lanciare un truck a zero emissioni è stato, infatti, General Motors, con il GMC Hummer EV, che ha debuttato nel 2021 e le cui vendite vanno a gonfie vele. Tanto da spingere il gruppo a utilizzare le stesse componenti elettro-meccaniche per un altro modello, che adotta lo storico marchio Chevrolet: il Silverado EV, presentato all'ultima edizione del CES e atteso per il 2024.

C'è poi chi preferisce prendersela comoda e studiare le mosse dei concorrenti, come sta facendo RAM, che per ora ha annunciato solo l'arrivo nei prossimi mesi di un prototipo elettrico. E per far capire che qualcosa effettivamente bolle in pentola, il brand del gruppo Stellantis ha iniziato a diffondere via web una serie di teaser, l'ultimo dei quali è stato pubblicato proprio il giorno prima dell'avvio della produzione dell'F-150 Lightning. 

Del pickup elettrico marchiato RAM non ci è dato sapere molto, a parte il fatto che sorgerà sulla piattaforma STLA Frame, con circa 800 chilometri di autonomia, e che dovrebbe arrivare come modello di produzione nel 2024. 

Volkswagen ci pensa 

Non solo Detroit, anche Wolfsburg guarda con interesse ai truck elettrici. Volkswagen ha infatti annunciato che la prossima generazione dell'Amarok, realizzato sullo stesso pianale del Ford Ranger, sarà declinata anche in una variante a zero emissioni. Il modello, la cui presentazione in veste endotermica dovrebbe essere imminente, non adotterà quindi il powertrain ibrido plug-in già annunciato da Ford per la sorella Ranger.

"Riteniamo che l'autonomia a zero emissioni degli attuali sistemi plug-in non sia adeguata a un veicolo come un pickup" hanno dichiarato alla rivista Autocar gli ingegneri tedeschi. "Piuttosto, la soluzione migliore ci sembra quella di una motorizzazione 100% elettrica. Bisognerà fare delle modifiche al pianale del veicolo, ma ci sembra fattibile". 

Insomma, difficile dire quando sarà lanciato il Volkswagen Amarok a batteria, ma sembra proprio che anche l'Europa avrà prima o poi il suo pickup elettrico.

Tag

Ford  · pickup  · Pickup elettrici  · Volkswagen  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

La rivoluzione a batteria non riguarda solo suv e pickup, ma anche i veicoli votati all'offroad vero e proprio. Vediamo cosa aspettarci nei prossimi mesi

· di Paolo Odinzov

La Casa tedesca starebbe pensando ad una versione "R" super performante da proporre nella gamma della nuova generazione del suo pick-up attesa nel 2023