Ultimo aggiornamento  30 settembre 2022 15:50

Luce Verde

Bmw, design che divide ma vende.

Angelo Berchicci ·

Con il lancio della nuova Serie 7 Bmw ha ormai palesato un approccio "a doppia velocità" per quanto riguarda il design. Da un lato, infatti, troviamo i modelli dai grandi volumi - come Serie 1, Serie 3, Serie 5, nonché i corrispettivi in formato suv - che mostrano uno stile classico e in un certo senso facile da assimilare (e i muletti della prossima generazione di Serie 5 sembrano confermare un look conservativo).

Dall'altro abbiamo modelli fortemente di rottura, come la Serie 4, compresa la sua declinazione M e l'elettrica i4, la già citata Serie 7, la X7 e la iX. Tutte vetture che per prestazioni, lusso, tecnologia ed esclusività vogliono differenziarsi dalla gamma standard, e lo fanno anche attraverso un design originale, che non manca di attirare critiche.

Due filosofie diverse

A confermare queste due diverse filosofie è il capo del design Bmw Domagoj Dukec, il quale in un'intervista alla testata britannica Car Magazine ha spiegato che "i due terzi dei clienti vogliono che l'estetica di una vettura sia elegante e armoniosa", motivo per cui la Casa di Monaco ha mantenuto un design di impronta sobria sui modelli più gettonati dal pubblico.

"Gli altri clienti, tuttavia, cercano qualcosa in grado di polarizzare le opinioni. Ad esempio, in passato la Serie 4 era solo una Serie 3 più sportiva, mentre ora è un modello diverso. D'altronde, il pubblico a cui si riferisce è diverso, vuole un'auto meno razionale ed è disposto a pagare di più per un oggetto più emozionale ed espressivo, che mandi un messaggio".

Soluzioni controverse

E se l'obiettivo era scuotere il pubblico, gli ultimi modelli della Casa bavarese sembrano andare nella giusta direzione, a partire da elementi come il grande doppio rene a sviluppo verticale che ha debuttato sulla Serie 4, per poi essere ripreso sulle elettriche i4 e iX. Una soluzione che ha diviso i fan del modello, guadagnandosi gli appellativi più fantasiosi, come "denti da castoro".

"La cosa non mi sorprende - ha dichiarato a TopGear Dukec. Lavoro in questo settore da oltre 20 anni, sapete come funziona quando si parla di design, ognuno ha una propria opinione, è normale che sia così ed è impossibile accontentare tutti. Se vuoi creare qualcosa che spicchi nella massa devi essere in grado di distinguerti, di essere differente. La nuova forma del doppio rene è un dettaglio che ha attirato l’attenzione, è piaciuto magari solo al 20% della gente che lo ha visto ma è proprio a quella fetta di pubblico che stiamo mirando. Non tutti gli automobilisti sono interessati a una Serie 4”.

Corsi e ricorsi storici

Una situazione che non suona del tutto nuova. Impossibile non notare alcune assonanze con l'epoca di Chris Bangle, che ha diretto il design della Casa bavarese fino al 2009. Il disegnatore americano è stato fortemente criticato per aver stravolto l'immagine di Bmw, soprattutto con modelli come la Serie 7 E65 e la Serie 5 E60, tanto da essere stato oggetto di alcune petizioni da parte dei fan per chiederne il licenziamento.

"Non stiamo copiando il linguaggio di nessuno, nemmeno il nostro. E' per questo che il mio stile sta scomodo a qualcuno" commentò Bangle in una delle tante spiegazioni che il designer dovette dare in quegli anni, e il tempo sembra avergli dato ragione. Oggi, infatti, le sue Serie 7 e Serie 5 - ma anche la Serie 6 E63 e la Z4 E85 - sono considerate delle instant classic e stanno andando incontro a forti rivalutazioni.

Numeri in crescita

Senza dimenticare che a cavallo dei primi anni 2000 le vetture firmate da Bangle portarono a Bmw una grande quantità di clienti "di conquista", soprattutto in mercati nuovi per il brand. Esattamente quello che sta succedendo oggi, con Bmw che ha portato a termine un 2021 record a fronte di 2.213.795 vetture vendute (+9,1% rispetto al 2020), un volume mai raggiunto nella sua storia e che porta il brand al primo posto nel segmento premium su scala globale davanti a Mercedes e Audi. 

Ancora una volta non è il Vecchio Continente a trainare, ma sono mercati come Cina (+8,9%), Corea del Sud (+11%) e Stati Uniti (+20,8%), con la crescita maggiore fatta registrare delle elettriche e dalle sportive a marchio M. Comprese quelle con il doppio rene gigante.  

Tag

BMW  · Bmw iX  · Bmw Serie 7  · Design  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La Casa tedesca ha pubblicato su Instagram alcuni teaser della nuova sportiva in attesa della presentazione ufficiale, che dovrebbe avvenire il 20 maggio a Villa d'Este

· di Angelo Berchicci

La settima generazione della berlina di rappresentanza tedesca è la prima ad essere disponibile anche nella versione 100% elettrica i7. Da noi arriva a novembre