Ultimo aggiornamento  28 novembre 2022 03:09

Urbansphere, la terza Audi del futuro.

Paolo Borgognone ·

Il futuro di Audi prende corpo attraverso tre concept - lanciati a breve distanza l’uno dall’altro - che lasciano intravedere forme e soluzioni della mobilità di domani. Così dopo Skysphere (una roadster) e Grandsphere (una grande berlina) presentati lo scorso anno, è arrivato anche Urbansphere, un van elettrico e ipertecnologico (e come sarebbe potuto essere diversamente) che nasce per muoversi a proprio nella città del futuro.

Il veicolo - frutto della collaborazione tra gli studi di design Audi di Pechino e Ingolstadt - nasce dagli input che gli stessi clienti hanno suggerito e non può che lasciare sorpresi, intanto, per le dimensioni: 5,5 metri di lunghezza, 2 di larghezza e 1,78 di altezza, con un passo di 3,4 metri. Le proporzioni non proprio snelle la fanno sembra una monovolume con parabrezza fortemente inclinato, linea del tetto aerodinamica, carrozzeria scolpita, ruote massicce da 24 pollici e grandi aree digitali su entrambe le estremità. Queste ultime sono state progettate per comunicare con l'ambiente attraverso LED in stile pixel che creano forme e colori diversi. Il clou è il frontale su cui spicca una reinterpretazione della griglia Singleframe, ora digitale e completamente coperta, che si estende verso i lati, simile a quanto già visto sulla Skysphere

Salotto in movimento

Audi descrive il concept come "un salotto su ruote e un ufficio mobile, che serve come un terzo spazio di vita durante il tempo trascorso nel traffico”, confermando che si tratta del suo prodotto più spazioso, merito sia della forma che della piattaforma elettrica su cui è sviluppato.

L'interno - accessibile attraverso grandi portiere - è arioso e accogliente con quattro posti indipendenti disposti su due file in modo da offrire la migliore esperienza possibile. I sedili hanno modalità Relax ed Entertain con diversi gradi di inclinazione e rotazione, estensioni per le gambe e altoparlanti sui poggiatesta per una esperienza sonora privata.

Volante, quadro strumenti digitale e pedali si ritraggono quando il veicolo è in modalità senza conducente. Infatti, proprio come i due predecessori, l'Urbansphere è dotato di capacità autonoma di livello 4 che sarà introdotta nei veicoli di produzione entro la seconda metà del decennio. I passeggeri hanno accesso a molti differenti servizi digitali e caratteristiche di infotainment visibili attraverso la proiezione sul cruscotto, schermi montati sui sedili, occhiali con realtà virtuale, o un display OLED trasparente retrattile per chi si accomoda sui sedili posteriori. I pannelli di controllo per tutti i passeggeri sono integrati nei braccioli, rimanendo nascosti quando non utilizzati. Il veicolo supporta anche la tecnologia di rilevamento dello stress utilizzando scansioni facciali e analisi vocale.

Per la tappezzeria, Audi ha usato un tessuto di viscosa di bambù sostenibile, una poliammide riciclata chiamata Econyl e impiallacciature di carpino, senza l’utilizzo di alcuna sostanza chimica durante il processo di produzione. Un'altra caratteristica interessante è la console centrale girevole che contiene un distributore d'acqua e dei bicchieri. Infine, il concept viene fornito con l'ombrello Audi Light Umbrella, ispirato alla tradizione cinese, che può sia proteggere l'utente dalla pioggia che agire come fonte di luce portatile per le aree buie.

Zero emissioni

L'Urbansphere è basato sulla piattaforma EV-dedicata PPE sviluppata da Audi e Porsche per i veicoli di produzione tra cui la prossima Audi Q6 e-tron, A6 e-tron, e Porsche Macan a batteria. Il concept è quindi dotato di doppi motori elettrici che producono 396 cavalli e 690 Newtonmetri di coppia, anche se solo una piccola parte di questa potenza sarà utilizzata nel traffico cittadino. Il sistema a quattro ruote motrici può disattivare il motore elettrico anteriore o quello posteriore quando necessario per migliorare il consumo di energia.

La batteria montata sul pavimento ha una capacità di 120 kiloWattora, e Audi stima che la sua autonomia - nel ciclo Wltp - possa essere di circa 750 chilometri. La tecnologia a 800 Volt permette una capacità di ricarica rapida fino a 270 kiloWatt, per 300 chilometri di autonomia in soli 10 minuti, mentre una carica dal 5 all'80% richiede meno di 25 minuti.

Tag

Audi  · Audi urbansphere  · Concept  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

La concept elettrica anticipa i contenuti stilistici e tecnici delle ammiraglie di domani del marchio tedesco. Massimo comfort, tanta tecnologia e guida autonoma di livello 4

· di Edoardo Nastri

Un prototipo a cielo aperto che si "accorcia" di 250 millimetri passando dalla guida autonoma a quella controllata e fotografa il futuro del marchio