Ultimo aggiornamento  27 novembre 2022 12:21

Renault, passi avanti per separare le elettriche.

Redazione ·

Renault potrebbe seguire l’esempio di altri costruttori - per esempio Ford - e scindere il business delle auto elettriche da quello delle vetture tradizionali e ibride. A riferirlo la Reuters, che cita persone informate delle prossime mosse del costruttore. Anzi, il presidente e ceo Luca de Meo vorrebbe “muoversi rapidamente sulla creazione delle due entità”, ha detto una delle fonti, mentre un’altra ha specificato che la scissione farebbe nascere delle strutture legali separate, con nomi diversi. Quella dedicata ai mezzi a batteria si chiamerebbe "Ampere" mentre l’altra “Horse”.

Muoversi in fretta

La casa automobilistica francese ha delineato per la prima volta il suo cambio di strategia a febbraio, di fatto pochi giorni prima dell'invasione russa dell’Ucraina. Nonostante il rallentamento imposto dalla situazione contingente, una valutazione interna sui progressi sarà fatta in tre mesi, hanno detto due delle voci alla Reuters e una decisione potrebbe arrivare in estate. Attualmente i veicoli elettrici più venduti del gruppo Renault sono la Dacia Spring e la Renault Zoe, a lungo leader di mercato.

Nonostante le difficoltà ulteriori portate dalla situazione bellica in Ucraina - Renault è proprietario del costruttore russo Avtovaz e si trova in una situazione che de Meo ha definito “complessa” - il gruppo intende proseguire sulla strada della diversificazione. Colloqui con i sindacati sarebbero già in previsione nel prossimo futuro.

Attualmente il piano sarebbe ancora quello, annunciato mesi fa, in base al quale una "entità elettrica pura" potrebbe essere basata in Francia, mentre una separata per i motori a combustione e gli ibridi potrebbe essere all'estero e aperta alle partnership. Secondo gli analisti, una possibile quotazione in Borsa della sezione “Ampere” non è da escludere.

Tag

Ampere  · Francia  · Gruppo Renault  · Horse  · Luca de Meo  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Nonostante la crisi, i tedeschi pensano a quotare la società che si occupa delle batterie, i francesi l’8 novembre cominciano a separare il business elettrico. Effetto Ipo Porsche

· di Redazione

Secondo Reuters, il colosso cinese e un “gruppo petrolifero” potrebbero entrare nella divisione del costruttore dedicata ai motori tradizionali che nascerà in autunno

· di Angelo Berchicci

Il prototipo anticipa le linee di quella che sarà una crossover-mpv elettrica, attesa nel 2024. La concept sfoggia anche un powertrain a idrogeno e interni hi-tech

· di Angelo Berchicci

Il ceo del gruppo Renault Luca de Meo avrebbe aperto all'ipotesi di realizzare la futura due posti elettrica di Dieppe nello stabilimento del costruttore britannico

· di Edoardo Nastri

La ristrutturazione dell'azienda in cinque aree tematiche (Blue, Model E, Pro, Drive e Credit) ha eliminato l'unità europea fondata nel 1967

· di Francesco Paternò

Alla guida della nuova Mégane E-Tech electric, crossover compatto a zero emissioni e modello simbolo del marchio alla ricerca di un altro futuro