Ultimo aggiornamento  07 febbraio 2023 22:57

Toyota GR Corolla, nata per la pista (VIDEO).

Paolo Odinzov ·

“Nata per la pista”: i progettisti della Toyota usano queste parole per descrivere la nuova GR Corolla, ribadendo subito il carattere racing della vettura, messa a punto nella GR Factory giapponese di Motomachi, nella provincia di Aichi, da cui sono uscite le auto più sportive del costruttore: come la Supra A80, la Lexus LFA, oppure la GR Yaris.

Pronta a tutto

Proprio dalla GR Yaris, la nuova variante super spinta della Corolla eredita infatti il motore 1.6 turbo a tre cilindri benzina, potenziato per l’occasione fino a 304 cavalli e 370 Newtonmetri e associato tramite un cambio a 6 marce manuale alla trazione integrale GR-Four.

Quest’ultima, dotata nell’allestimento Circuit Edition di un doppio differenziale autobloccante Torsen, garantisce la massima trazione anche nelle condizioni più estreme di guida e consente di regolare in diversi modi la ripartizione della coppia motrice sui due assi. Dalla modalità per così dire cittadina, con un rapporto 60:40 tra le ruote anteriori e posteriori, a quella più corsaiola (30:70), passando per un settaggio neutrale (50:50) che regala all'auto la massima stabilità.

Al tutto si aggiungono delle sospensioni opportunatamente tarate per un assetto ribassato, un impianto di freni a disco a pinza contrapposta e il più evoluto pacchetto Toyota Safety Sense che permettono di sfruttare al massimo e in tutta sicurezza le prestazioni della vettura.

Subito riconoscibile

Per quanto riguarda il design la versione GR Corolla si distingue subito dalle sorelle di gamma per le carreggiate più larghe (+6 centimetri all'avantreno e + 8,5 al retrotreno) e i passaruota maggiorati che ospitano cerchi in lega in nero opaco vestiti da pneumatici Michelin Pilot Sport 4 nella misura 235/40 R18.

Sulla carrozzeria spiccano inoltre il frontale segnato dalla griglia specifica e il paraurti con le prese d'aria, oltre al tetto in fibra di carbonio stampato, gli sfoghi d'aria sul cofano motore, lo spoiler sul lunotto e l'estrattore posteriore nel quale è integrato lo scarico a 3 terminali.

La firma di "Morizo"

All’interno la GR Corolla offre un abitacolo rifinito in pelle scamosciata Brin Naub e similpelle nera con cuciture rosse. Dai sedili sportivi, all’inedito schermo digitale da 12,3" per visualizzare perfino in tempo reale il funzionamento delle quattro ruote motrici, tutto a bordo è stato studiato per consentire al pilota di dare il massimo. Perfino la leva del cambio, uguale a quella delle auto da corsa, che porta la firma di "Morizo": soprannome usato in gara del pilota e ceo di Toyota Akio Toyoda.

Peccato solo che al momento non sia prevista l’importazione della GR Corolla in Europa, destinata per adesso ad essere commercializzata in Giappone e negli Usa.

Tag

Gazoo Racing  · GR Corolla  · Toyota  · 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

La Casa ha creato una speciale "Morizo Edition" della compatta sportiva. Ancora più estrema, è stata sviluppata seguendo le indicazioni di Akio Toyoda

· di Luca Gaietta

Stando ad alcune indiscrezioni, al momento non confermate ufficialmente, la Casa giapponese starebbe preparando una versione della vettura da oltre 530 cavalli

· di Paolo Odinzov

La nuova citycar giapponese strizza l'occhio al mondo dei suv. Offre spazio per 4 persone, senza rinunciare all'agilità e a una buona dose di tecnologia. Da 16.500 euro

· di Valerio Antonini

Il graphic designer Marouane Bembli ha reintepretato la hot hatch Toyota, donandole un look più aggressivo, con corpo vettura a tre porte ispirato alla GR Yaris

· di Angelo Berchicci

Secondo le indiscrezioni riportate da un sito giapponese, la Casa starebbe per lanciare un'edizione speciale della sportiva, con trasmissione meccanica a 6 rapporti

· di Luca Gaietta

Il costruttore ha realizzato su base Supra una vettura sperimentale che può effettuare derapate al pari di un pilota da rally controllando da sola le funzioni nella marcia