Ultimo aggiornamento  05 dicembre 2022 19:27

Un Defender 90 per i 60 anni di James Bond.

Valerio Antonini ·

Per celebrare il 60esimo anniversario della saga di James Bond, Land Rover ha realizzato una versione speciale del Defender 90 che parteciperà alla Bowler Defender Challenge, un campionato di rally raid monomarca basato proprio sulla nuova generazione del modello, preparato per l’occasione dalla stessa Bowler, marchio di proprietà Land Rover specializzato nella produzione di fuoristrada da corsa e che si occupa dell’organizzazione delle gare.

Al volante del bolide nella tappa in Galles (in programma il 25 marzo) ci sarà il pilota e stuntman 50enne Mark Higgins (accompagnato dalla navigatrice Claire Williams), tre volte campione del Rally della Gran Bretagna (1997, 2005, 2006) e controfigura negli ultimi film di James Bond, tra cui “Quantum of Solace”, “Skyfall”, “Spectre” e “No Time To Die”.

Ricordiamo che lo stuntman più famoso della saga di 007 è stato il francese Rémy Julienne, che vestì i panni dell’agente segreto durante i suoi spericolati inseguimenti fino all’età di 65 anni.  

007 su tetto e portiere 

Questo speciale Defender 90 è caratterizzato dalla livrea in tinta nera e oro con lo speciale logo di 007 dedicato all’anniversario sul tetto e sulle portiere. Sul cofano e sul portellone posteriore sono invece stampati i titoli di tutti i film della saga in cui compare una Land Rover.

L'auto è stata profondamente rivista nell’assetto: il telaio è stato irrigidito e le sospensioni modificate. Il fuoristrada monta cerchi in lega da 18 pollici con pneumatici all-terrain ed è alimentato dal motore di serie P300 Ingenium 4 cilindri da 2.0 litri e 300 cavallicon un nuovo terminale di scarico sportivo e un sistema di raffreddamento più efficace. 

4 ruote protagoniste 

L’agente 007 - creato dallo scrittore britannico Ian Fleming - debuttò al cinema il 5 ottobre 1962 con “Licenza di uccidere”, portando al successo planetario un giovane Sean Connery, agli esordi della sua straordinaria carriera.

Le automobili di marchi britannici sono da sempre protagoniste nelle storie di Bond e spesso hanno in dotazione accessori da fantascienza, utili per aiutare la spia a cavarsela in situazioni estreme. Impossibile non citare le immancabili Aston Martin (presenti in gran parte dei film di 007), passando - tra le altre - per le Jaguar e le Lotus. La prima vettura della “spia al servizio di sua Maestà” fu una Sunbeam Alpine serie II, prodotta dal 1960 al 1963.

Ti potrebbe interessare

· di Antonio Vitillo

Per festeggiare i sessanta anni della saga di James Bond, il marchio inglese presenta una Special Edition a tiratura limitata (una per ogni anno) a 24.995 euro

· di Colin Frisell

Il costruttore riceverà da 12 banche quasi 750 milioni di euro per elettrificazione e favorire le esportazioni: l’80% (circa 600 milioni) è garantito dal governo

· di Luca Gaietta

Apparsi in rete alcuni disegni della variante "allungata" del modello che, secondo la testata Auto Week, sono stati depositati dalla Casa inglese all'ufficio brevetti